CONDIVIDI

Montemilone – C’è una strada provinciale che da Palazzo S.G. conduce a Montemilone, finendo in terra pugliese, più volte interessata da lavori di miglioramento, ma che alla fine presenta lo stesso condizioni di pericolo. A farsi portavoce di questo malcontento cittadino è Antonio Ferrente, del comitato civico Libertà-Trasparenza di Montemilone: “Qualche giorno fa il Sindaco del mio paese, attraverso un quotidiano locale con un articolo, augurava ad una consigliera provinciale, buon lavoro perchè divenuta nuovo vice presidente. Sarà rispetto per la consolidata amicizia anche per l’ appartenenza nello stesso partito.

Viabilità provinciale 21
Viabilità provinciale n. 21

Spero solo che il primo cittadino con questa amicizia sappi cogliere qualcosa di buono per il suo paese. Niente da replicare ne da dire ai cittadini montemilonesi, che regolarmente pagano le tasse, anche sui rifiuti, per l’articolo uscito su un’altro quotidiano locale riguardo il grosso debito con ” Serveco Pellicano verde”. Dove finiscono i soldi dei contribuenti? Torno subito a quanto in oggetto con particolare riferimento ai lavori fatti sulla S.P. 21 strada che da Palazzo S.G. passa per tutto il territorio di Montemilone e finisce sul confine con la vicina Puglia. Nel 2008, se ben ricordo, furono stanziati circa 70 mila € per la messa in sicurezza di alcuni tratti di detta strada. Si preferì asfaltare un tratto che da Palazzo arriva al bivio che si passa nel territorio montemilonese. Finito il finanziamento rimase tutto come prima con punti pericolosi che tante volte ho fatto notare con articoli di giornale e sui social network. 2015, altro finanziamento, questa volta il finanziamento è più corposo.

Lo apprendo da un articolo sulla GdM la cifra fa pensare ad una autostrada, 500.000 € che subito dopo viene smentito dalle stanze comunali, a loro l’importo comunicato è di € 300.000 comunque sempre un importante finanziamento. Iniziano i lavori, sapete da dove? Sempre da Palazzo e sempre sullo stesso tratto di strada. Si riasfalta di nuovo lo stesso tratto di strada, già ridotto male in qualche punto, dopo qualche mese. Se per quella parte si spesero circa 70.000 € più o meno sarà stata spesa la stessa somma del precedente finanziamento i rimanenti 230.000 € saranno per fare lavori sul resto della strada. Cominciano con lavori utili alla sicurezza come due ponti sgretolati da anni uno dei quali buttato giù da un grosso automezzo, che avrebbe dovuto pagare con la sua assicurazione, continuano con lavori di raccolta di fanghiglia che per anni è stata è vi è ancora. Subito, visto la qualità del lavoro, mi precipitai dal tecnico comunale che prontamente riferì le mie preoccupazioni all’ingegnere mettendosi d’accordo per un sopralluogo.

Non so come è andata ma so per certo che quelle che erano mie preoccupazioni è realtà di tutta evidenza, ancora più pericolosa di prima. Puliti alcuni scoli di acque e lasciati scoperti in totale pericolosità. Per non parlare del tratto subito dopo la diga sul Locone. Il primo cittadino di Montemilone si è chiesto come mai tanti euro per un lavoro che materialmente non poteva costare quei soldi poi vista anche la pessima qualità del lavoro stesso. Sicuramente subito ci risponderà la nuova vice presidente su tale vicenda sicuramente ci dirà anche come mai non è mai stato terminato il tratto della SP 47 che va da prima del cimitero all’ entrata di Montemilone, 200 metri, ma di questo ne sa più l’ex assessore alla viabilità ora presidente di un ente che non dovrebbe più esistere”.

1 commento

  1. sappi cogliere….il congiuntivo…!!…..ma poi siamo poi così tanto sicuri che le tasse le pagano i cittadini ? …o forse non ci sono organismi che fanno accertamenti e verifiche la qual cosa è più probabile !!

Comments are closed.