CONDIVIDI

Venosa – Un successo il 1° torneo di Dama e Scacchi organizzato dall’I.I.S. “Battaglini” di Venosa ed aperta alle scuole del centro oraziano. L’idea di svolgere questo torneo è venuta alla docente di educazione fisica, prof.ssa Maria Lamorte che nella realizzazione di questo torneo si è avvalso dell’arbitro e consigliere nazionale di Dama, Vincenzo Travascio di Castronouovo Sant’Andrea. Ben 44 i partecipanti delle scuole di I e II  grado di Venosa. Le partite si sono disputate contemporaneamente nella palestra della scuola.A porgere i saluti, la dirigente scolastico, prof.ssa Rosanna Cardone: “ringrazio la prof.ssa Lamorte, l’anima di questo incontro sportivo e la collaboratrice, prof.ssa Calice. Porto i saluti del Ministro della P.I. Profumo, l’ho incontrato a Roma il 27 nel quale gli ho raccomandato un maggiore riguardo per la scuola, mi ha risposto che porrà massima attenzione. Quella di oggi è una manifestazione sportiva a tutti gli effetti nella quale si sta con gli altri nel rispetto di regole. Lo sport oltre a socializzare, insegna a rispettare il valore dell’avversario. Da 45 anni che sto nella scuola e riconosco il valore di questi due sport, dama e scacchi, richiedono massima concentrazione e tanto cervello”. Il consigliere nazionale, Vincenzo Travascio, che è stato sempre in mezzo ai giocatori,ha fatto un quadro tecnico: “i ragazzi hanno delle potenzialità che possono essere sfruttate al meglio con costanti allenamenti. Mi auguro che più scuole adottino questo progetto sportivo,con la collaborazione gratuita di dirigente federali, che trova il suo culmine nella finale nazionale”. I vincitori. Nella categoria individuale Dama: 1° Alessandra Antenori scuola media Don Bosco, 2° Carmine Di Tommaso “Battaglini”, 3° Mauro Carretta scuola media De Luca. Categoria Scacchi: 1° Giacinto Villonio “Battaglini”; 2° Gianmarco Giovannelli “Battaglini”; 3° ex-aequo Nico Abbatemarco I.I.S.S. “Q.O.Flacco” Venosa; Michael Viglione e Isshi Buslam, Ipsia.

Lorenzo Zolfo

Le foto riprendono un momento del gioco ed i vincitori della Dama.