CONDIVIDI

VENOSA SETTEMBRE 2015. UN SETTEMBRE ALL’INSEGNA DELLA MUSICA COL FESTIVAL TRACCE AL CENTRO DI CIVILTA’ DELL’AGLIANICO- ELAIOTECA DEL VULTURE, CASTELLO PIRRO DEL BALZO E AUDITORIUM SAN DOMENICO.

Oleksandr Semchuk
La performance del violinista ucraino Oleksandr Semchuk

Venosa – Un settembre da ricordare al Centro di civiltà dell’Aglianico ed Elaioteca del Vulture di Venosa, castello Pirro del Balzo e auditorium San Domenico,per alcune serate si sono animate a suon di musica. Il centro di civiltà dell’Aglianico, nato un mese fa per volontà del Gal Sviluppo Vulture Alto Bradano con lo scopo di promuovere le eccellenze enogastronomiche del Vulture ( a cominciare ovviamente dall’Aglianico del Vulture, all’olio , al miele ) e del territorio, attraverso la partecipazione dei produttori e l’organizzazione di eventi aperti al pubblico, il Centro, denominato “DI OLIO DI VINO”, ha ospitato dal 6 al 13 settembre l’Accademia Mahler-Gaiam ( presieduta da Giovanna D’Amato) nella X edizione dal titolo significativo:“ Festival Tracce” Gesualdo Accademia Internazionale Antiqua Musica, appuntamenti musicali diversi fra loro, ma uniti dall’intento di raccontare in musica l’importanza di due grandi testimonial della storia e della cultura del Vulture : il vino, appunto, e il madrigalista Carlo Gesualdo da Venosa. Per primo è stato il cantautore pugliese Toni Santagata ( al secolo Antonio Morese) ad aprire in musica con il suo concerto “ Il vino del Dio Vulcano”, ideato proprio per celebrare il suo amato territorio del Vulture.

Prima del concerto, una delegazione di giornalisti e operatori del settore enogastronomico, provenienti da Regno Unito, Lituania, Danimarca, Usa, Belgio e Polonia, e guidato in tour dalla Master of Wine Michele Shah, si è fermata al Centro di civiltà dell’Aglianico per conoscere le maggiori aziende di olio e di vino qui riunite. Il loro tour alla scoperta delle eccellenze paesaggistiche ed enogastronomiche del Vulture. Sempre al Centro Di Olio di vino si sono tenuti altri appuntamenti in musica con il concerto Promenade “ il gusto della musica”, a cura degli studenti della G.A.I.A.M dell’Accademia Mahler. Una performance del violinista ucraino M° Oleksandr Semchuk ha esaltato queste serate. Non è stato trascurato Carlo Gesualdo il più noto madrigalista, originario di Venosa, con la presentazione del libro: “l’uomo, il suo tempo, la musica” a cura di O.T.Fraternali e la musica gesualdiana“I Madrigali di Gesualdo”. Chiusura domenica 13 settembre all’Auditorium San Domenico con “Gesualdo versus Brahms”, G.A.I.A.M. Chamber Music Concert con Mariagrazia Lioy, pianoforte.