CONDIVIDI
LORENZO BASTA
LORENZO BASTA

Venosa – Neanche il tempo di festeggiare l’acquisto, dalla scuola calcio “Venusia”, di Michele Antenori, classe 2002, da parte della Roma di Bruno Conti, mister Tommaso Lotumolo della scuola calcio “Venusia” ha piazzato un nuovo colpo, nella giornata del 20 luglio, con la conclusione della trattativa, per il passaggio di un altro suo ragazzo della fascia B dei Giovanissimi Regionali, nel settore giovanile del calcio professionistico. Il centrale di difesa e centrocampo, Lorenzo Basta, da tempo osservato speciale di tante società di serie A e B, è stato acquistato dallo Spezia, la squadra di serie B, che ha perfezionato proprio oggi, gli ultimi dettagli del passaggio del giovane, con la definitiva firma nel contratto.

Il trasferimento del ragazzo venosino in Liguria, attraverso i contatti curati dal Procuratore Sportivo materano Antonio Rebesco, gli garantirà le spese di vitto ed alloggio e di continuare i suoi studi a La Spezia. Al suo club di provenienza invece, il Venusia, sarà riconosciuto il premio preparazione, spalmato in tre rate (una per ogni anno). Dotato fisicamente, le qualità di Basta sono: grande anticipi e lanci millimetrici.

Lorenzo Basta ed il suo stile
Lorenzo Basta ed il suo stile

Lorenzo Basta, cresciuto sui campi dello stadio Michele Lorusso insieme ad Antenori, ha un gioco diverso dal suo coetaneo, straordinaria visione di gioco, eccellente tempistica negli anticipi, attitudine alla marcatura ed all’interdizione, e capacità balistiche sia nell’impostazione di gioco e nei lanci, che nelle conclusioni dalla distanza, hanno caratterizzato sin dagli albori, il repertorio del giovane talento venosino.

Capacità tecniche che la nuova società spezzina affinerà nel corso degli anni, fino a fargli consentire di approdare in prima squadra. Un altro talento lucano, del 2001 Antonio Summa,della Virtus Avigliano, l’anno scorso è stato acquistato dallo Spezia, migliorando le sue prestazioni, fino a far parte dell’organico Allievi della società ligure, per la prossima stagione. Ultimamente il calcio lucano sforna campioncini in erba, un merito spetta alle società di scuola calcio.