CONDIVIDI

lavello progetto territorioLavello, 01-06-2015 – Le classi seconde dell’Istituto Comprensivo 1 di Lavello, nell’ambito del progetto “LA CONOSCENZA DEL TERRITORIO”, ha promosso una visita d’istruzione nell’agro di Venosa alla scoperta dei tesori della cittadina lucana. Questa, già votata tra i primi dieci borghi più belli di Italia, dimostra che è sufficiente girare l’angolo per scoprire un interessante patrimonio architettonico, storico e culturale. Attraverso questa esperienza gli alunni sono giunti alla consapevolezza della propria identità sociale e culturale. Giunti alle porte di Venosa, il Maresciallo Cipriani Domenico della stazione locale dei Carabinieri, ha accolto le classi facendo visitare la caserma e mostrando loro le autoradio di servizio appartenenti al nucleo radio-mobile: quelle che “evadono” le richieste giunte al 112, le celle di sicurezza, la centrale operativa “Sala Radio” SPIS 3 e tutta la caserma.

Di seguito i ragazzi si sono spostati nel parco archeologico per ammirare i ruderi della città antica, dove si trovano i resti delle terme e dell’anfiteatro; qui hanno potuto respirare il profumo dell’epoca romana. Indi hanno visitato la chiesa della SS Trinità, adiacente gli scavi. Il giro turistico si è snodato attraverso le vie del centro storico ammirando i vari monumenti, la cattedrale e i molteplici palazzi storici, sino al castello.La visita si è conclusa presso l’istituto dei Padri Trinitari; qui gli alunni hanno visitato alcuni laboratori in cui operano quotidianamente i ragazzi ospiti.

Particolare entusiasmo ha suscitato l’ippoterapia. La giornata è stata emozionante e formativa per i ragazzi che hanno recepito ogni messaggio. Particolari ringraziamenti vanno al comandante Galgano, a Padre Angelo, alla ditta Moretti, a tutti coloro che hanno collaborato, ma soprattutto alla Dirigente prof.ssa Lucia Scuteri, che ha fortemente voluto questa visita guidata.