CONDIVIDI
Venosa Antonello Gammone nel 2010
Venosa Antonello Gammone nel 2010

Venosa, 2014-01-20 – Nella cittadina oraziana, in questi giorni, non si fa altro che parlare di calcio. Serie A naturalmente, ma anche di altre categorie dove giocano talenti locali. Nel Como di serie C gioca Antonello Gammone, classe ’93. Giovedì scorso, la sua squadra ha fatto un’amichevole a Vinovo contro la Juve e Gammone si è distinto per aver fatto un gol niente di meno a Buffon. Questa notizia apparsa il giorno dopo sui maggiori quotidiani sportivi nazionali ha fatto il giro della città. Antonello Gammone cresciuto nel vivaio dell’Oraziana Venosa sotto la guida dei tecnici Ferrenti,Bruno e Discialè, all’età di 13 anni con la scuola che frequentava, la De Luca” di Venosa (docente prof. Monaco), grazie al suo talento ed i suoi gol, a Lignano Sabbiadoro (Ud), vince la finale nazionale di calcio a 5 dei giochi sportivi studenteschi, eliminando prima regioni come la Lombardia, e battendo in finale una scuola media di Padova.

Nello stesso anno viene notato dal tecnico di Ferrandina, Pasquale Dattoli durante le finali regionali di calcio, categoria Esordienti, che lo ha subito proposto al responsabile calcio giovanile del Bari con le seguenti credenziali: “giovane talento in possesso già di buona tecnica, velocità e fantasia nei movimenti”. Con la sua bravura, Gammone ha meritato il salto nelle varie categorie del Bari, fino alla Primavera, fino al punto da meritarsi la convocazione a soli 15 anni nella Nazionale Under 17 con esordio in occasione delle qualificazioni del Campionato Europeo, Italia-Cipro del 2008.Il Bari per farlo crescere lo ha mandato in serie C prima nel Chieti e poi dal luglio 2012 nel Como. Neanche il tempo di arrivare in terra lombarda, ha giocato in amichevole contro la squadra inglese del Tottenham di Villas Boas, 0-0 il risultato finale.

Il 24 in amichevole contro l’Inter perdendo per 3-2, dove Gammone ha giocato. Gioca sugli esterni, ma adora svariare da trequartista. Il suo sogno? Giocare, giocare, giocare”. È alto appena un metro e sessantotto. “Sempre il più basso – come ha sempre riferito- in tutte le società in cui ho giocato lo ero, ma va bene così, ho altre doti…”, queste le parole di Antonio Gammone, centrocampista offensivo dal carattere deciso. Di questa ultima impresa, aver giocato contro la Juve in amichevole lo scorso 16 gennaio ed aver segnato un gol al portiere n° 1 d’Italia, Gianluigi Buffon, sono rimasti entusiasti i suoi genitori ed il fratello Piersavino.

Il papà Tommaso, consigliere provinciale ed odontoiatra a nome della famiglia, riferisce: “ Antonello non finisce mai di sorprenderci. Nonostante reduce di infortuni di una certa entità, riesce sempre a rialzarsi in piede e dimostrare quanto vale. Ho sempre creduto in lui, il tempo di darà ragione perché Antonello vuole solo giocare e dimostrare quanto vale”. Su facebook impazzano i commenti positivi dei suoi amici e concittadini per questo ragazzo del sud, “emigrato” al nord per far valere le proprie capacità balistiche nel calcio.

Lorenzo Zolfo