CONDIVIDI
Visita didattica in Toscana del Liceo classico di Venosa
Visita didattica in Toscana del Liceo classico di Venosa

Venosa, 2013-04-17 – Interessante viaggio di istruzione per le classi II A e II B del Liceo Classico dell’istituto “Quinto Orazio Flacco” di Venosa. Nei giorni scorsi hanno effettuato un viaggio di istruzione in Toscana, a Siena, Firenze e Pisa.A promuovere questo viaggio, la docente di storia dell’arte, prof.ssa Carmen Voto  per far toccare con mano quanto appreso in classe. Tanti monumenti e chiese visitate. A Siena, il centro storico con la famosa piazza del Campo  ed il Duomo. A Firenze, la visita è stata suddivisa in due sezioni, quella laica (palazzo Strozzi, piazza della signoria, Palazzo Vecchio,Loggia dei Lanzi,Galleria degli Uffizi,Ponte vecchio,palazzo Pitti) e quella cattolica (Chiesa santa Maria Novella, Duomo,chiesa Santa Croce, Orsanmichele, e San Miniato). A Pisa il campo dei Miracoli con il Duomo, il Battistero e la torre pendente. I Docenti accompagnatori Voto e Bellusci hanno dato un giudizio positivo su questa visita: “le uscite didattiche servono a creare il senso di aggregazione all’interno dello stesso gruppo e di classi diverse. Gli studenti sperimentano direttamente sul campo ciò che acquisiscono teoricamente in classe. Simultaneamente hanno potuto cogliere gli aspetti artistici, storici, letterari, filosofici e scientifici nell’analisi dei vari stili, dal romanico al gotico, utilizzati nella costruzione dei monumenti di Firenze, nella visita alle tombe dei grandi del passato, Machiavelli, Alfieri, Michelangelo conservate nella Basilica di Santa Croce a Firenze; l’impronta data dai due grandi architetti Arnoldo Di Cambio e Filippo Brunelleschi nella costruzione del Duomo di Firenze; il ricordo degli esperimenti di Galileo Galilei attraverso l’osservazione della lampada nel Duomo di Pisa e nella adicente torre pendente”. Tra gli studenti più attenti, si è fatto notare Antonio Martinelli di II A, rispondeva ad ogni domanda delle guide (Lisa a Siena, Silvia Gasparrini a Firenze,Silvia Piccini a Pisa): “ Firenze è stata la città che mi ha impressionato di più per il tono signorile, grazie anche allo studio fatto precedentemente a scuola con la prof.ssa Voto. I siti storici e monumentali di Firenze e Siena sono ben integrati con il resto della città, a differenza di Pisa dove i siti sono distaccati dalla città.

Un viaggio scolastico che consiglio a tutti perché la Toscana ha una cultura ed una storia che fa invidia a tutte le altre regioni”. Bianca Cardilli di II A ha aggiunto: “mi è piaciuto Siena perché si avvertiva quel senso di libertà e di spensieratezza, soprattutto nella piazza del Palio”. Olimpia e Maria Giovanna  di II B: “un viaggio interessante, in particolare nella visita a Firenze, culla del Rinascimento, patria di Dante, è stata da noi visitata con molto entusiasmo, dato che studiamo il poeta da due anni. Emozionante è stato vedere luoghi come la chiesa di Santa Croce vista spesso in tv come sfondo della divina commedia di Benigni, tomba di illustri personaggi, la cristianità ben rappresentata nel complesso comprendente il Duomo, il battistero ed il campanile di Giotto. La visita alla Galleria degli Uffizi ci ha lasciati con la bocca aperta perché inaspettata e perché ci ha permesso di vedere opere conosciute in tutto il mondo. Le esperienze possono considerarsi positive se lasciano un ricordo e sicuramente questa resterà nella nostra memoria per molto tempo”.

Lorenzo Zolfo