CONDIVIDI

Venosa – La città di Venosa si dota di un nuovo ed elegante cimitero Qualche anno fa l’amministrazione comunale della città Oraziana, avendo esaurito lo spazio fisico del vecchio cimitero, ebbe a programmare l’ampliamento con l’indizione di una gara pubblica attraverso il cosiddetto “Project Financing”, cioè vale a dire, una gara tra imprese che si sono cimentate a progettare e proporre idee innovative e finanziare l’opera attraverso la finanza strutturata.

venosa2novembre

La gara fu aggiudicata al CER Bologna che a sua volta ha costituito una società di scopo tutta locale. Attualmente “Venusia Aeterna” gestisce la realizzazione della nuova struttura cimiteriale. Il suo amministratore, dott. Giovanni Becce, riferisce: “Oggi la nostra associazione ha realizzato circa l’80% della nuova struttura. Un multipiano con decine di cappelle gentilizie, oltre 2000 loculi in marmo di Carrara e altrettanti ossari contornati da una serie di servizi ed arredi in pietra locale. Per rispettare la zona del Parco Archeologico all’interno del cimitero è previsto il recupero di percorsi visibili e visitabili di reperti archeologici che costeggiano la famosa abbazia della SS. Trinità, cioè “l’incompiuta di Venosa” che ha un patrimonio storico-artistico di pregio inestimabile, uno dei monumenti più interessanti dell’Italia meridionale.

La città più antica della Basilicata che risale al 291 a.c. fondata dai Romani. Senza voler ripercorrere le tappe storiche di grande valore dei beni della città Oraziana, come il Castello Aragonese del 1470 costruito da Pirro Del Balzo, il Parco Archeologico e la nascita del poeta latino Quinto Orazio Flacco, fanno di questa città una delle più belle ed interessanti mete lucane”. Infatti, lunedì 2 novembre 2015 alla presenza di S.E. Monsignor Gianfranco Todisco proprio presso il cimitero di Venosa celebrerà la Santa Messa in commemorazione dei defunti.

Seguirà alle ore 12.00 la benedizione e la presentazione di un’opera artistica realizzata dalla prof.ssa Marirosy Lagala, opera realizzata con tanta cura e senso artistico di grande spessore professionale che rappresenta “La Resurrezione”. Un’opera unica dipinta a mano su tela ad olio e oro zecchino che la società Venusia Aeterna ha voluto donare alla cittadinanza venosina. Saranno presenti alla celebrazione, oltre all’Amministrazione Comunale, il Sindaco, i Consiglieri Regionali e tante personalità sia del culto che della società civile.