CONDIVIDI

Venosa -Il comitato cittadino”Venusiae 2.0” ha raccolto quasi 900 firme, per l’immediata riapertura delle Catacombe Ebraiche. Questo comitato cittadino del centro oraziano si era mobilitato a fine agosto per favorire l’immediata apertura delle catacombe ebraiche, riaperte al pubblico nell’ottobre del 2008, dopo 30 anni di ristrutturazione, ma dopo poco tempo, chiuse per per lavori di riqualificazione ambientale, restauro, recupero funzionale e scavo archeologico. Evidentemente questo comitato è stato sollecitato a chiedere la riapertura del sito delle Catacombre Ebraiche perché Venosa è meta di tanti turisti, non solo in estate, e vedere questo sito chiuso non è un bel biglietto di presentazione di questa cittadina che ha dato i natali al sommo poeta latino Orazio. Anche se in questo momento di chiusura, l’ingresso delle catacombe è frequentato da turisti speciali, le pecore (vedi foto scattata dal comitato nella giornata dell’8 settembre scorso). Ecco la motivazione che ha spinto il comitato Venusiae 2.0 a chiedere la riapertura della catacombe:”Data l’importanza culturale del monumento e il suo ruolo importantissimo per incrementare il turismo cittadino e territoriale deve essere data assoluta priorità alla sua apertura. Invitiamo quindi il Soprintendente Regionale a prendere le necessarie misure per raggiungere l’obiettivo”. La risposta della Soprintendenza regionale ad opera del direttore, De Siena non si è fatta attendere: “crolli e piccoli distacchi che si sono registrati all’interno delle catacombe impongono molta prudenza nella riapertura per la massima protezione delle persone e per la salvaguardia delle stesse strutture archeologiche” Le Catacombe, scoperte nel 1853 sulla collina della Maddalena, costituiscono una preziosa miniera di storia antica, che ti fanno entrare in contatto con le sepolture e le iconografie del popolo ebraico. Il sito testimonia, attraverso le epigrafi che vi sono state rinvenute, la presenza a Venosa tra il IV e il IX secolo d.C. di una consistente comunità ebraica, secondo alcuni più potente di quella presente a Roma. Il comitato cittadino “Venusiae 2.0” fa sapere che si può ancora firmare, una volta superate le mille firme, saranno consegnate al Sindaco.
Lorenzo Zolfo
Le foto riprendono le catacombe ebraiche di Venosa e le pecore che agiscono indisturbate all’interno dell’ingresso delle catacombe.