CONDIVIDI

Venosa – E’ tutto pronto al Liceo Classico “Quinto Orazio Flacco” di Venosa il programma celebrativo della XXVI edizione del Certamen Horatianum che si svolgerà nella nuova sede di via Emilia nei giorni 4-5-6 maggio 2012. Nella precedente edizione, hanno partecipato 115 scuole italiane e 5 straniere per un totale di circa 230 studenti. Quest’anno le scuole italiane sono 65 (oltre 90 l’anno scorso), mentre quelle straniere sono sei, Portogallo,Croazia, Romania, Austria, Bulgaria e Serbia per un totale di 10 studenti (l’anno scorso erano oltre 30). Il concorso è riservato a delegazioni di studenti iscritti ai Licei Classici d‘Italia e a studenti di scuole ad indirizzo classico di altre nazioni. La prova consiste nella traduzione di uno o più testi oraziani integrata da risposte a quesiti linguistici e storico-letterari relativi ai brani proposti. Il regolamento del concorso contempla una sezione speciale per gli studenti provenienti dall’estero. In considerazione della differente impostazione dei programmi didattici, la prova per gli studenti provenienti da altre nazioni consiste nella traduzione di uno o più testi oraziani diversi da quelli assegnati agli studenti italiani. Per il Liceo Classico di Venosa parteciperanno Antonio Bonifacio e Antonio Mancino, entrambi di II C, per la sezione staccata di Lavello,Angela Mancone e Roberto Di Chicco. Il Certamen Horatianum ,organizzato dal lontano 1987, è ormai un evento culturale consolidato ed annoverato dal MIUR tra le migliori competizioni scolastiche che promuovono le eccellenze. L’evento è realizzato sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.Oltre, alla prova di Latino, si svolgono convegni dove intervengono, da anni, relatori di elevato spessore culturale fra cui, per citarne solo alcuni,Massimo Cacciari,Carlo Carena, Alessandro Baricco,Giuseppe Biondi,Edoardo Boncinelli,Giulio Giorello,Wulfing, con alcuni dei quali sono nati,sovente,rapporti di proficua collaborazione e progettazione. Durante i tre giorni della manifestazione sono presi in esame non solo temi di cultura classica ed umanistica o di didattica del Latino, ma anche tematiche di più ampio respiro. L’evento di conclude con la premiazione, nel cortile del Castello di Venosa, domeinca mattina, con la premiazione dei primi migliori elaborati sia della sezione italiana che straniera. Tra le novità di quest’anno-riferisce la prof.ssa Lucia Reggente, referente scolastico del Certamen- molti studenti , circa 40,saranno ospitati dai nostri alunni, dove avranno più spazio e tempo a disposizione per ammirare la splendida città di Venosa;si ripeterà, nella giornata del 5 maggio,la serata Oraziana, “Venusia Antiqua” in collaborazione con il centro aggregazione giovanile, con animazione del centro storico di Venosa”. Ecco nel dettaglio il programma dei tre giorni: venerdì 4 maggio, ore 9 presso la nuova sede del Liceo, svolgimento del Certamen. Ore 9, 20presso l’aula magna, l’angolo della didattica. “Per un latino ‘comparato’ “. Quando la storia si fa elegia e poi tragedia. La regina Sofonisba da Livio a giovanni Pastrone e Gabriele d’Annunzio. Pof. Giovanni Cipriani, Preside Facoltà di Lettere e Filosofia Università di Foggia. Orazio poeta lucano,ovvero la letteratura comparata alla ricerca del “genius loci” con la Prof.ssa Antonia Piva, Antonia Piva. Dirigente scolastico Liceo “Duca degli Abruzzi” -Treviso. Alle ore 17, sempre nell’aula magna del Liceo, attività culturali. Auguràcula. Angelo Bottino della scuola di specializzazione in Beni Archeologici di Matera presenta la mostra: “Due secoli di almanacchi e calendari tascabili da collezioni private” a cura di Carmine Cervellino e Ezio Lavorano in collaborazione con il Museo Archeologico di Venosa. La serata si chiuderà con l’Ensamble di clarinetti del conservatorio “Gesualdo da Venosa” di Potenza. Sabato 5 maggio alle 9 Convegno di Cultura Classica. Orazio e la memoria del passato col Prof. Arturo De Vivo, Preside della Facoltà di Lettere, Università “Federico II” di Napoli; Esercizi di traduzione da Orazio lirico col prof. Luca Serianni,Professore Ordinario di Storia della Lingua Italiana,Università “La Sapienza” di Roma. Nel primo pomeriggio visita alla città, dove gli alunni del Liceo Classico, dopo un’adeguata preparazione svolta, fungeranno da “Cicerone”. Alle ore 19,30 Serata Oraziana, Venusia Antiqua: animazione nel centro storico, curata dal centro aggregazione giovanile. Durante la serata alcuni alunni del Liceo di Venosa presenteranno lo spettacolo musicale “la Buona Novella” trato dall’ambum di Fabrizio De Andrè e curato dal prof. Ernesto Miranda. Domenica 6 maggio alle ore 9 nel cortile del Castello Pirro del Balzo, il prof. Paolo Fedeli, presidente del Certamen Horatianum, farà alcune: “Riflessioni sui versi oraziani oggetto del Certamen 2012. Previsti interventi del prof. Mario Lasala, Dirigente del Liceo Classico “Q.Orazio Flacco” di Venosa, del dott. Franco Inglese, Direttore generale, Ufficio Scolastico Regionale per la Basilicata. Avv. Bruno Tamburriello, Sindaco di Venosa e di altre autorità. Seguirà la cerimonia di premiazione dei vincitori.
Lorenzo Zolfo
La foto ritrae un momento della passata edizione.