CONDIVIDI
Asd Sporting Avis Venosa
Asd Sporting Avis Venosa

Venosa, 2013-05-29 – Alla presenza di almeno 500 spettatori, un record senza precedenti per una partita di calcio a 5 femminile, nella palestra dell’I.I.S.S. “Quinto Orazio Flacco”,l’ Asd Sporting Avis Venosa non ce l’ha fatta a battere la Salernitana. Il sogno della squadra cara al presidente-allenatore Curatella e dei suoi collaboratori, Perrotta,Tamburriello e Gremigna, si sono infranti contro un’avversaria non proprio forte, ma meno nervosa e soprattutto più preparata mentalmente, rispetto alla squadra venosina. Gli arbitri: provenienti da Molfetta e Barletta non hanno proprio brillato! La squadra venosina ( in gol con Rinaldi,Carlucci, Martino e Sciarrillo) ha impressionato positivamente l’allenatore avversaria, Iolanda Alessio per il modo in cui fanno girare la palla. Il 1° tempo si è chiuso sul 3-2 per le avversarie. Nella ripresa, Lisanti e Bisogno hanno fatto la differenza ed a complicare le cose per la squadra locale l’espulsione (per qualcuno ingiusta) del portiere Martino, reo di aver fermato la palla con le mani fuori area. In porta va Bochicchio e la Salernitana macina gioco e gol. A fine partita il commento del vice allenatore Giuseppe Perrotta dell’Asd Venosa: “giusta la sconfitta perché in serie A vanno le ragazze migliori. Non basta saper giocare bene, ma dimostrare di avere maturità mentale!”. Domenica prossima l’Asd Venosa, ormai fuori dai giochi, fa visita a Castellana Grotte, che nella prima partita spareggio promozione ha pareggiato a Salerno.

Lorenzo Zolfo