CONDIVIDI

Venosa – Un intenso programma di attività nei quattro giorni (dal 3 al 6 febbraio) di autogestione da parte degli studenti dell’I.I.S.S. “Quinto Orazio Flacco” di Venosa (diretta dalla prof.ssa Mimma Carlomagno). Un programma preparato dagli stessi studenti Giorgio Griesi e Gaia Ungaro, rappresentanti del consiglio di istituto, col supporto di alcuni docenti, i proff.Concetta Caselle e Paolo Sivilia, secondo il motto: “ Mettersi insieme è un inizio, Rimanere insieme è un progresso, Lavorare insieme è un successo”. Saranno trattati argomenti di scottante attualità.

Venosa scuola Orazio FlaccoIn evidenza la conferenza su “L’Uomo e l’Ambiente”, prevista venerdì 5 febbraio con la partecipazione del dott. A.Ferrillo, fondatore dell’associazione “Terra dei Fuochi” e la partecipazione ad un torneo di calcio a 5 dei migranti africani di Boreano, previsto per sabato 6 febbraio. Ecco nel dettaglio il programma: 3 febbraio: conferenze su: “Lezione di Legalità”, relatori:dott.ssa M.Paradiso (avvocato); L.Di Trani (Avvocato). “Il Valore della Vita”, educazione stradale e normativa, relatori: genitori degli alunni vittime della strada, Com. Polizia Municipale di Ginestra, M° M.A.Gremigna.

Attività di laboratorio.
4 febbraio:conferenze “I pericoli del Web…Omofobia, Bullismo”, relatore il dott.Di Nardo di Venosa. “Il Valore della Diversità”, relatori:dott.ssa G.Conte (psicologa terapeuta), I.Sinisi (psicologa), E.Elefante (psicologa), G.Simonetti (educatrice). Staff dell’associazione “Il Filo D’Arianna” di Venosa. “Giornalismo ed Informazione”, relatori:dott. Annarita Chieffo e N.Bisceglia.
5 febbraio: “I Pericoli del Web””, relatore, dott. Di Nardo. “L’Alimentazione e Disturbi Alimentari”, relatori:dott. Cervellino (nutrizionalista), Di Palma (psicologa). “L’Uomo e l’Ambiente”, realtore dott. A.Ferrillo, fondatore dell’associazione “Terra dei Fuochi”.
6 febbraio: Attività di laboratorio. Attività sportiva: disputa di un quadrangolare di calcio tra alunni, docenti,carabinieri e migranti del Burkina Faso. Durante l’autogestione saranno raccolti generi alimentari e vestiario per i migranti di Boreano, rimasti senza una dimora, dopo l’incendio di 15 giorni fa.