CONDIVIDI
Venosa Certamen intervento prof. Montemurro
Venosa Certamen intervento prof. Montemurro

Venosa (PZ), 2014-05-02 – Non ha voluto far mancare il proprio sostegno al 28° Certamen Horatianum di Venosa, la prova di Latino su un’opera di Orazio, poeta originario della cittadina venosina, anche l’associazione culturale intercomunale denominata “Rinascita”  Centro Nazionale di Arte e Cultura Lucano”Ut Pictura Poesis”, composta dai Comuni di Gallicchio, di Misanello, di San Martino d’Agri, di Sanchirico Raparo, di Guardia e Corleto Perticara e costituitasi l’11 agosto 2009, che ha il compito primario di fare cultura e realizzare progetti di livello internazionale e progetti che affondano le radici nella storia lucana. Il proposito di creare il centro nazionale di arte e cultura lucano è nato da un gruppo di persone, sindaci ed amministratori, che si sono mostrati sensibili al problema del decadimento e dell’impoverimento sia economico che culturale delle nostre aree. Recuperare e valorizzare il patrimonio storico, artistico, ambientale, economico ed eno-gastronomico dei piccoli comunisi significa contribuire alla rinascita del territorio a volte trascurato e favorirne la crescita, pubblicizzando un’area ricca di tradizioni, di bellezze naturali e di beni archeologici al fine di attirare flussi turistici regionali, nazionali ed esteri e mettere in moto il risveglio delle attività produttive ed economiche. Finalità dellìassociazione è far nascere nella gente e soprattutto nei giovani il senso di appartenenza a origini storiche comuni, la passione e l’interesse per la terra e la società lucana, infondendo fiducia e speranza nelle proprie energie e risorse e mantenendo la proria identità storica.                   

Il Presidente prof. Pierluigi Montemurro, la Segretaria Maria Caradonna, gli iscritti e collaboratori esterni: Annamaria Fiore, Antonio Di Pierro, Roberto Di Pierro, Giovanni Viggiano, Giuseppina Barone, Enza Mirandi e Giuseppina Mirandi della suddetta associazione culturale hanno partecipato nella giornata del 26 aprile2014 al Certamen Horatianum ed hanno sottolineato l’importanza delll’A.C. intitolata ad Orazio e l’opera “Ut pictura poesis” costituita dagli atti del congresso, tenutosi a Venosa. E’ intervenuto il proesidente Montemurro che a nome degli altri soci ha detto : “La Lucania non ha mai avuto uno strumento di cultura, dedicato al pensiero di Quinto Orazio Flacco, attraverso il quale far crescere e sviluppare dalle radici l’immagine della terra lucana nel mondo. I piccoli comuni della Basilicata, in una grave fase di crisi economica, di spopolamento, di impoverimento progressivo, di trasformazione del proproprio territorio e di forte competizione per la globalizzazione, avvertono l’isolamento socio-economico e culturale e la conseguente perdita di identità, rappresentata dalla propria storia e dalle proprie radici. 

L’associazione ha l’obiettivo quindi di far uscire dall’isolamento culturale i nostri paesi, creando progetti intercomunali, improntati alla collaborazione tra la società civile e le istituzioni presenti sul territorio.  La cultura, il recupero dei nostri borghi, dei valori ambientaliu e artistici e la storia, possono risvegliare nei giovani energia e passione e riscattare le piccole comunità dall’oblio e dalla desertificazione culturale. La scuola dovrebbe promuovere una proficua e sinergica collaborazione con la società civile e le varie associazioni culturali, operanti sul territorio, per stimolare la crescita che è il presupposto indispensabile per uno sviluppo armonico che poggi sul cambiamento ma nel solco della migliore tradizione lucana”.