CONDIVIDI

Venosa, 2012-11-05 – Nell’ambito del progetto accoglienza,  gli studenti del 1° anno di corso del Liceo Classico e Scientifico “Quinto Orazio Flacco” di Venosa hanno visitato il Centro Osservatorio Astronomico Scientifico di Montecorvino Rovella (Sa). Una lezione di astronomia fuori dai banchi scolastici attraverso un percorso didattico.

Il centro astronomico di Montecorvino è abilitato alla ricerca scientifica di stelle supernovae extragalattiche e monitoraggio della fascia asteroidale degli spazi tra Marte e Giove, gemellato con la N.A.S.A. del Massachusetts.  E’ stata un’esperienza diretta che ha permesso di assimilare nuove conoscenze scientifiche con l’utilizzo di strumenti che non si utilizzano a scuola. Ad accogliere la comitiva scolastica di Venosa, composta da 54 alunni ed accompagnati dai Docenti Musto (referente del progetto), Dilisi e Parmentola, il personale del centro atronomico Donato, la guida Langella e l’astrofisico Lazzaro Immediata ( ha tenuto una lezione sugli Asteroidi ed ha precisato: “Nel momento in cui c’è rischio di impatto tra asteroidi dobbiamo immediatamente avvisare la Nasa.

Gli asteroidi conosciuti sono circa 700 mila ed il loro numero varia di giorno in giorno. Si sono formati circa 5 milioni di anni fa.Si studiano solo per curiosità scientifica nelle mille stazioni astronomiche di tutto il mondo. Nel 2036 si prevede una pioggia di asteroidi sulla Terra). Ogni anno in questo centro,  in estate, si svolgono convegni scientifici con la partecipazione di esperti del settore, nel passato c’è stato Collins, astronauta Apollo 11, l’astrofisico Margherita Hack.  L’unico rammarico per gli studenti, non aver visto bene la luna con i suoi crateri a causa del cielo coperto da nuvole. La giornata si è conclusa con la visita del paese: Officina delle Terrecotte, fornace Falcone( dove lavorano due noti artisti, Michele Risi e la tedesca Hella Berent) e santuario Maria SS. dell’Eterno con annessa grotta dei miracoli.

Avvicinati alcuni studenti, di questa esperienza scientifica hanno riferito, Renzo Antonelli di 1^ B Scientifico: “è un’esperienza che non avevo mai fatto. Ho visto strumenti che mi hanno impressionato ed ho appreso nuove conoscenze scientifiche. Le lezioni sul sole e sugli asteroidi sono state interessanti. Mi è dispiaciuto non vedere la luna dal telescopio a causa del tempo nuvoloso”. Dorotea Savariso della 1^ A Ginnasio ha aggiunto: “abbiamo toccato con mano quanto studiamo sul cartaceo. Ho apprezzato le classi aperte che hanno perfettamente interagito tra di loro”. Luigi d’Urso di 1^ A scientifico ha riferito: “l’osservazione col telescopio ci ha fatto conoscere nei minimi particolari le stelle”.

Lorenzo Zolfo

La foto riprende  gli studenti dell’Orazio Flacco di Venosa durantela giornata astronomica di Montecrvino Rovella (Sa).