CONDIVIDI

Locandina Stage Flacco VenosaVenosa, 2013-01-12 – Il grande Futsal sbarca a Venosa. La Flacco Venosa, società di Calcio a 5 C2, organizza per domenica 13 gennaio presso la palestra dell’I.I.S.S. “Quinto Orazio Flacco”uno stage per la preparazione dei portieri di calcio a 5 tenuto nientemeno che da David Calabria, ex portiere e preparatore dei portieri della nazionale italiana calcio a 5, Docente nei corsi master di I livello a Coverciano. Il suo curriculum è pieno di vittorie e grandi risultati e terrà quindi una lezione sul ruolo del portiere (Analisi del ruolo, metodologia di lavoro ed esempi esercitativi) proprio nella città oraziana, precisamente nella nuova palestra dell’ I.I.S.S. Orazio Flacco, costruita dalla Provincia poco più di un anno fa. Allo stage prenderanno parte non solo società locali ma le adesioni arrivano da un po’ tutta l’Italia. Allo stage inoltre prenderà parte il mister della Futsal Potenza, società di A2, David Ceppi, anch’egli personaggio molto importante e stimato nel panorama del futsal italiano. A completamento di questa intensa giornata interverrà anche Vincenzo Galgano, Psicologo e Psicoterapeuta specializzato in psicoterapia della Gestalt, dirigente della Flacco Venosa.

Lo stage inizierà alle 9:00 con una colazione offerta dalla Flacco Venosa, saluto del presidente dell’A.I.A.C. di Basilicata, Gerardo Passarella, descrizione del programma e dimostrazione a cura di David Calabria sul parquet dell’I.I.S.S. “Quinto Orazio Flacco”, intervento e discussione a cura di David Ceppi con approfondimento sul ruolo del portiere in movimento. Alle 15 ripresa dei lavori con esercitazioni e dimostrazioni pratiche. Alle 17,30 il dott. Vincenzo Galgano in un Workshop emozionale terrà una lezione sul “linguaggio del portiere e l’importanza dell’aspetto psicologico”. “Quindi è importante che queste iniziative vengano portate avanti in Basilicata-riferisce il mister della Flacco Venosa,Franco D’Urso- non solo per la crescita sportiva dei diretti interessati, ma anche per la valorizzazione del nostro territorio”.

Lorenzo Zolfo