CONDIVIDI
Maestro Salcito foto di gruppo con gli allievi
Maestro Salcito foto di gruppo con gli allievi

Venosa, 2013-09-06 — Lo scorso 3 settembre in occasione dei 400 anni dalla morte di Carlo Gesualdo da Venosa, l’associazione musicale “Luigi Tansillo” ed il Consorzio “Recuperiamo San Domenico”, composto da 5 associazioni, hanno dato il via al 1° corso musicale: “Città di Venosa, sulle tracce di Gesualdo”, con una serie di appuntamenti musicale che si stanno svolgendo nella cittadina oraziana dal 2 al 7 settembre. Presso il loggiato del Castello Pirro del Balzo, il M° del Corso di Chitarra, prof. Marco Salcito ( titolare della cattedra di chitarra presso il conservatorio “U.Giordano di Foggia), alla presenza degli allievi, provenienti da ogni parte d’Italia e di un numeroso pubblico (vedi foto) ha tenuto una lezione teorico-pratica in merito. Ha fatto una sorta di concerto-studio basandosi non solo sull’ascolto, ma anche sulla esposizione ed analisi orale delle variazioni musicali, preparando in maniera adeguata il pubblico all’ascolto delle stesse. Protagoniste le variazioni Goldberg di Bach. A presentare questa serata, il presidente del Consorzio Recuperiamo san Domenico, prof. Pino Lioy: “la chitarra era uno strumento utilizzato da Carlo Gesualdo da Venosa e quindi siamo in sintonia con la ricorrenza dei 400 anni dalla sua morte. La chiesa di San Domenico per Natale sarà fruibile e permetterà ad almeno 100 persone ad assistere a concerti ed eventi di promozione per Venosa.

Lo sforzo delle 5 associazioni facenti parte del consorzio, nella gestione per sette anni di questa chiesa, è stato raggiunto”. Il prof. Salcito ha apprezzato la cittadina di Venosa:” non sono mai stato, una ambiente dove si respira un’aria rinascimentale”. Una foto di gruppo con gli allievi del corso di chitarra ha concluso questa serata musicale (vedi foto). Prossimo appuntamento 5 settembre ore 21 Castello Pirro del Balzo col progetto “Black Teater Orchestra” ideato dall’associazione Arkestra di Rionero diretta da D.Pitoia. “Per testimoniare lo scandalo” ricordando Pier Paolo Pasolini tra musica e poesia. Daniele D’Alessandro-clarino;Donato Pitoia-chitarra elettrica;Vincenzo Di Bernardo-recitazione.

Lorenzo Zolfo