CONDIVIDI

POTENZA – Domani, 9 gennaio, sarà l’ultimo giorno per poter visitare la mostra di arte contemporanea “Cromatismi in equilibrio” nella suggestiva location di Casa Cava, a Matera, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18. La collettiva, che conclude le iniziative e il ciclo di eventi programmati nel 2015 dall’associazione culturale “In Arte Exhibit”, porta con sé grandi risultati, a livello di pubblico e di diffusione mediatica.

Cromatismi equilibrioIl grande afflusso turistico, incrementato in corrispondenza delle feste natalizie durante le quali la città di Matera ha richiamato attenzione a livello internazionale, ha toccato infatti anche Casa Cava e tutti gli eventi qui organizzati. I Cromatismi in tutte le gradazioni, le sfumature, i contrasti, sono stati valorizzati e apprezzati. Le opere in esposizione e l’ambiente espositivo hanno insieme ricreato un effetto di armonia e fascino, chiaramente espresso dai commenti di apprezzamento rilasciati dai visitatori. Anche la divulgazione e la promozione dell’evento durante tutto il periodo di esposizione hanno avuto una buona risposta a livello mediatico e sul web.

Il titolo stesso della collettiva dichiara uno dei connotati immediati e decisivi della pittura e delle arti figurative: il colore e il suo uso espressivo. Nelle opere in esposizione si rivelano stili, tecniche di esecuzione e significati diversi, esito del lavoro di artisti provenienti da un ampio contesto nazionale: Dina Dinart Battiante, Carlo Battista, Antonio Caramia, Chiara Castagna, Armando Cistaro, Giovanni De Canio, Daniela Grifoni, Mimino Figliuolo, Livia Luzzi, Angelo Rubino, Maria Carlotta Quintillani, Marianna Venezia, Anna Maria Verrastro, Rocco Verrastro.

Il vocabolo “cromatismo” è culturale per eccellenza, allacciandosi a diversi significati. D’altronde in letteratura ha il significato di “colorismo”, mentre a livello musicale viene ad indicare “l’alterazione di una o più note di una scala di un semitono ascendente o discendente”. Ma il titolo si completa nell’espressione “in equilibrio”. A cosa fa riferimento, se non allo stato dell’arte nel contesto attuale? È l’arte che sta in equilibrio, che si regge in piedi in un gioco di bilanciamento tra due forze contrarie: ciò che riguarda la sua enorme, variegata e qualitativa produzione nel panorama nazionale e il suo riconoscimento creativo ed espressivo, e la precarietà propria di un sistema che non punta abbastanza su di essa, che non riesce a valorizzarla e non garantisce agli artisti i meritati riconoscimenti.

In questo modo, “Cromatismi in equilibrio” si pone come un ulteriore evento attraverso cui l’associazione “In Arte Exhibit” porta avanti la sua missione: quella di sostenere l’arte e dare visibilità ad artisti italiani contemporanei; quella di creare eventi di alto livello nel territorio lucano, promuovendo diversi centri di particolare interesse storico-artistico; infine, quella di riuscire a portare artisti in Basilicata, contribuendo alla promozione turistica della regione e all’incremento del suo valore nazionale.