CONDIVIDI

Utile_meraviglia_ISCHIATRICARICO “…Dove ai piedi delle case del Milo/torrente dell’inverno e dell’estate/annacqua gli orti pingui sulle pietre…”. Tratti dal componimento “Invettiva alla solitudine” (1947), questi versi di Rocco Scotellaro fanno da vestibolo all’ultimo film del regista Prospero Bentivenga, “L’utile meraviglia”, che è stato proiettato in prima nazionale lo scorso giugno all’Ischia Film Festival e che il 6 agosto viene presentato nella piazza Raffaello Delle Nocche (ore 21.00) del centro materano.

Un lavoro che grazie a delle testimonianze (su tutte quelle dell’ex-sindaco e maestro Pancrazio Toscano) ripercorre la storia degli orti saraceni costruiti in età saracena-longobarda-normanna sotto gli abitati dei rioni della Saracena e della Rabata. Terrazzamenti in cui venivano coltivati frutti ed ortaggi e che pur molti secoli, sfruttando l’acqua attraverso un particolare sistema incanalamenti, hanno costituito una risorsa importante nell’economia tricaricese.

Da tempo gli “orti del Milo” sono ormai abbandonati fino al loro assoluto degrado e il docu-film di Bentivenga, prodotto col sostegno della Lucana Film Commission e del Comune di Tricarico, vuole aprire uno sguardo di interesse e attenzione verso tali terreni altissimi esempi di arte ed architettura rurale.

Pancrazio Toscano afferma ” questi orti potranno essere rivalorizzati, ritornare ad avere vita solo se saranno coltivati”. Grazie anche ai bellissimi canti e musiche di Antonio Infantino (padre dei Tarantolati di Tricarico), Felice Del Gaudio e Daniele De Bonaventura, “L’utile meraviglia” è una sinfonia sull’uomo (e sul suo lavoro sulla terra) di assoluta bellezza.

Ha tratti poetici e di saggezza popolare il lavoro di Prospero Bentivenga (che ha scritto il soggetto insieme alla moglie Carmen Luongo), ma non manca di far riferimento pure a quella riforma agraria del mezzogiorno che Rocco Scotellaro intuì subito che non sarebbe stata la soluzione definitiva per risollevare le sorti dei suoi contadini. Dopo Tricarico, il film verrà presentato alla diciassettesima edizione del Lucania Film Festival che si svolgerà a Marconia di Pisticci dal 10 al 13 agosto.