CONDIVIDI
Tartaglia Berlusconi
Tartaglia Berlusconi-foto dal web

E’ stata revocata la libertà vigilata a Massimo Tartaglia,  figlio di Alessandro Tartaglia nato Melfi e poi partito per la Lombardia, passato alla storia per aver attentato alla vita dell’allora premier Silvio Berlusconi. L’elettrotecnico aveva lanciato al leader di Forza Italia una statuetta del duomo di Milano procurandogli lesioni alle labbra e ai denti. Massimo Tartaglia fu accusato di lesioni pluriaggravate, prosciolto al processo perché totalmente incapace di intendere e volere, venne affidato  ad una comunità terapeutica con il divieto di partecipare a manifestazioni.