CONDIVIDI

Potenza – La superstrada a scorrimento veloce Potenza-Melfi continua a far parlare in negativo. Questa mattina alcune autovetture sono rimaste coinvolte in un incidente, l’ennesimo, che si ripete ogni 10 giorni. Lo scorso 10 gennaio l’ultimo incidente con un morto.Una strada costruita più di 40 anni fa e rimasta come tale fino ad oggi. Nonostante l’avvento della Fiat a San Nicola di Melfi, aperta negli anni ’90 e che ha dato lavoro a migliaia e migliaia di lavoratori, con naturale aumento del traffico veicolare su questa importante arteria regionale, nessun amministratore regionale di quell’epoca ha avuto la brillante idea di finanziare il raddoppio di questa superstrada.

Superstrada Potenza-Melfi
Superstrada Potenza-Melfi altro incidente

Evidentemente, la prevenzione non sta di casa in questa ricca regione! L’Anas, l’Ente responsabile di questa strada, ultimamente, sembra che abbia investito dei soldi per l’allargamento di alcune uscite ( quella per Avigliano, Lagopesole e Rionero in Vulture), troppo poco per una strada ad intenso traffico veicolare!Gli automobilisti che viaggiano su questa strada sono spaventati, sorpassi azzardati, carreggiate ristrette, soprattutto in prossimità dei viadotti sono i “protagonisti” di questa arteria.