CONDIVIDI
presepe vivente 2013 Filiano
presepe vivente 2013 Filiano

Filiano, 2013-12-30 – Sabato 28 dicembre si è svolta a Filiano la manifestazione “Il Presepe Vivente per le strade del borgo antico”. La sacra rappresentazione della Natività, organizzata dalla Parrocchia “Maria SS. del Rosario” (Gruppo Catechismo) e dalla Pro Loco di Filiano, ha trasformato il caratteristico borgo di “Filianello” (Rione Pace), il nucleo più vecchio del paese, in una piccola Betlemme.

Dopo 17 anni dall’ultima edizione, la parrocchia ha riproposto questa manifestazione in grande stile: con circa 160 figuranti, dal più piccolo di 7 mesi al più grande di 98 anni, senza contare gli animali.

Grazie agli abitanti, che hanno messo a disposizione cantine, piccole casette e terreni è stato possibile allestire 20 scenografie. Inoltre, per rendere il tutto ancora più realistico, hanno avuto un ruolo importante anche i costumi e gli oggetti, tutto curato nei minimi dettagli.

Tutto il lavoro, iniziato già da ottobre, è stato premiato dalla grande partecipazione di pubblico. Circa 700 visitatori sono arrivati a Filiano e hanno risvegliato e ripopolato l’antico borgo di Filianello. Entrando in quei vicoli era come essere trasportati indietro nel tempo, all’antica Betlemme, è stato possibile rivivere i mestieri tipici di quell’epoca (fabbri, mercanti, falegnami, pastori, osti, agricoltori, sarte e ricamatrici) ma soprattutto è stato possibile rivivere il miracolo del Natale.

La rappresentazione della Natività, con Gesù bambino, la Madonna e San Giuseppe e tutt’intorno zampognari e angioletti, ha emozionato e scaldato i cuori di tutti i visitatori, che sono tornati a casa con un sorriso e, proprio come i pastori hanno “glorificato e lodato Dio per tutto quello che avevano udito e visto”.

La comunità di Filiano si è ritrovata unita e partecipe, in quello che è l’evento più importante dell’anno per i cristiani di tutto il mondo.

Le catechiste, insieme con il Vice Parroco Don Giovanni Conte, con la speranza di poter riproporre tutto anche l’anno prossimo, ringraziano tutti coloro che hanno reso possibile realizzare un evento così bello e così sentito. Sono stati importanti tutti, i figuranti e gli aiutanti da dietro le quinte, gli abitanti che hanno messo a disposizione le loro case e il pubblico che ha partecipato all’evento. Ogni aiuto, anche il più piccolo, è stato prezioso.

Grazie a tutti!

 

Le catechiste e Don Giovanni