CONDIVIDI

manifestostreetartmtMatera – Il prossimo weekend 18 street artist, tra i venti e i trent’anni, arriveranno da Puglia e Basilicata per dar vita all’evento Street Art Matera. I loro nomi sono Alef, Ania K., Carlitops, Chekos’art, DPC Double Personality Crew (Nista, Devil 69, Russ e Bees), Simor Katù, Frank Lucignolo, Nunzio Mancini, Patrizia Mastrapasqua Mastereaster, Michele Nocci, Raffaele Paolicelli Ruphus , Francesca Pastore elècktrArt, Antonio Poe, Purè e Nico Skolp. L’appuntamento è in via Saragat ( alle spalle del Palasassi), dove un muro pubblico di oltre 70 metri ospiterà i variopinti murales degli artisti. I writers con esperienze a livello europeo e internazionale, lavoreranno singolarmente e in crew, utilizzando bombolette spray, maschere stencil, poster, stickers e aerografi, per realizzare una “galleria d’arte a cielo aperto”.  Una galleria che avrà un’opera d’eccezione, un murale che riprodurrà con la tecnica dell’aerografia il ritratto di Fernando Arrabal, il grande artista spagnolo, considerato uno degli ultimi rappresentanti del “teatro dell’assurdo”.

Scrittore, drammaturgo e regista Arrabal, su iniziativa della Lucana Film Commission e progetto di Alessandro Turco, sarà a Matera l’8 e il 9 maggio per celebrare i 40 anni del film “L’albero di Guernica” da lui diretto e ambientato nella Città dei Sassi. Nel corso dell’evento Street Art Matera è prevista la visita del maestro che assisterà all’esecuzione dell’opera a lui dedicata. La Street Art è un movimento artistico in forte espansione, che ha subito delle trasformazioni nel corso degli anni. La sua origine risale al graffitismo americano degli anni sessanta, nato come reazione all’industrializzazione dell’arte. Una forma di protesta della controcultura giovanile, a lungo considerata simbolo di degrado, che oggi si è trasformata in un fenomeno artistico apprezzato in tutto il mondo, in grado di proporre forme di turismo alternativo, come dimostra la recente presentazione a Roma della mappa della street art. Tutto questo è possibile perché negli ultimi anni il movimento ha deciso di collaborare con i Comuni, i musei, le gallerie d’arte e le grandi corporation.

Nel corso della manifestazione sarà possibile ammirare anche delle creazioni di yarn bombing, la Street art dell’uncinetto. Alcune ringhiere presenti in via Saragat saranno colorate dai fili di lana sapientemente intrecciati da Margherita Camera, Annagrazia Cristallo, Giulia De Pace e Silvia Fumarola dell’ associazione culturale “L’Atrio”.  L’artista del riciclo Parblè durante una performance donerà una seconda vita alle bombolette spray utilizzate durante l’evento, creando nuove opere e installazioni. L’obiettivo dell’evento Street Art Matera è quello di riqualificare e rendere vivo uno spazio comune, creando partecipazione e un rinnovato senso civico. L’evento è promosso dal Comune di Matera e organizzato da ARACNEA, centro culturale ed artistico di Castellaneta (TA) e MOMART GALLERY, galleria d’arte contemporanea situata nel cuore dei Sassi, con la partecipazione della Lucana Film Commission. Lo staff Street Art Matera è composto da Pietro Manigrasso, direttore artistico, Monica Palumbo, curatrice, Maria Rosaria Nardulli, responsabile organizzativa e amministrativa, Graziana Sergio, project manager, Roberta Pellicani, graphic design e comunicazione.