CONDIVIDI

colangelo-217Stigliano (MT), 2014-08-17 –  Presentato presso la sala comunale Zanardelli di Stigliano il libro di Vito Angelo Colangelo, “Versi Persi” patrocinato dal Comune di Aliano, Parco Carlo Levi Aliano,I Parchi Letterari, Società Dante Alighieri .Alla presentazione sono intervenuti,Antonio Colaiacono presidente del Parco Letterario Carlo Levi,Giovanni Caserta ,critico letterario,Antonietta Latino, docente, Nicola Iosca musicista e pittore e Rocco Iosca, musicista.

Vito Angelo Colangelo non è nuovo alla scrittura numerose  sono le sue opere di saggistica  da “Gente di Gagliano”,”Un Uomo che ci somiglia”,” “Il Maestro di humanitas”, “Migrazione e migranti fra storia,cronaca e letteratura”,” Cronistoria di un confino”,”L’avventura di un premio”, “Storia di un’anima”. Delle sue opere si sono occupati quotidiani di levatura nazionale quali ,Il Corriere della Sera, la Repubblica, Il Manifesto, La Nazione, La Gazzetta di Parma.

Nuovo è l’approccio  di Vito Angelo Colangelo con la poesia ,nel suo ultimo lavoro Versi Persi,poesie dal 2004 al 2013 l’’autore spinto dall’abbandono della sua amata Lucania per trasferirsi nella opulenta Emilia intraprende un viaggio interiore  che si afferma nei suoi versi. Il linguaggio del ricercatore letterario abbandona lo stile formale e tecnico che caratterizza le sue opere di saggistica per abbracciare quello più caldo e semplice dove la parola che  sgorga dall’animo si fa largo e si fissa nel tempo. L’emigrazione è la molla che apre nuovi orizzonti  letterari al nostro autore  e lo induce alla riflessione.

colangelo 024Il potente meccanismo che costringe le persone ad una nuova collocazione geografica è la spinta per scoprire la propria fragilità di fronte a nuove occasioni ma anche un profondo ringraziamento per  la terra che accoglie chi emigra.  Così Vito Angelo Colangelo da una condizione personale grazie ai suoi versi universalizza il proprio sentire e lo ritrova uguale a quello di tutti i migranti,stretti un unico abbraccio.

Dal particolare all’universale è questo quello che la poesia di Vito Angelo Colangelo offre al lettore, così ognuno può ritrovare le stesse emozioni e sensazioni nei versi aurei del poeta. La  formazione classica ed umanistica dell’autore avvolge i versi in un manto caldo che viene da lontano, retaggio della cultura ellenica,platonica e cristiana, per cristallizzarsi nella semplicità e pragmaticità del quotidiano vivere lucano.

La fede religiosa, l’amore per la famiglia e le proprie origini sono un potente motore così i versi semplici a volte smascherano un velato sbigottimento ed una antica fierezza.Un angolo del cuore che custodisce antichi ricordi si apre e si fonde con il recente ad annullare il tempo. Per questo più che “Versi Persi” la raccolta di poesie di Vito Angelo Colangelo  non potrà mai annullarsi, mai perdersi. Dal passato al futuro passando per il presente, accompagnerà il lettore in una comunione di pensiero e di sensazioni che scaturiscono dall’animo.