CONDIVIDI

maieutica-150x150Salerno, 2014-02-08 – L’incontro moderato da Nicola Bonadies ha aperto i lavori con l’intervento di Patria Laudano Coordinatrice dei Partner del progetto “Maieutica” di cui ha presentato obiettivi, linee di azione,  risultati conseguiti e fornito una panoramica dei progetti promossi dai giovani start upper che stanno implementando i piani d’impresa affiancati da consulenti esperti..Il “Premio Best Practices  per l’Innovazione” giunto all’ottava edizione è stato illustrato da Massimo Di Filippo, Coordinatore della sezione uPsTart di Confindustria Salerno .

A seguire le e testimonianze degli startapper salernitani : Nenvisol srl, giovane startup impegnata nella concretizzazione del business in ambito energetico ed ambientale; Heliac Technologies con la nuova  piattaforma Geecom 2; il social network ETNX nato per diffondere la riconoscenza e per dare valore alla disponibilità, alla cortesia ed al piacere di aiutarsi; il gruppo Emera impegnato sullo sviluppo delle Welfare Community.

Roberto De Luca ha illustrato gli strumenti della finanza agevolata, l’importanza dei risvolti finanziari per le nuove imprese ed il ruolo degli strumenti gestiti da Invitalia a sostegno dell’avvio di nuove attività, mentre Maurizio Imparato ha incentrato il suo intervento sul Crowdfunding.  Gianluca Voci ha presentato la  “ Factory delle idee”, attualmente in fase di progettazione e che vede il coinvolgimento del Comune di Salerno.  Si tratta dell’organizzazione di un importante spazio e di un riferimento istituzionale per sostenere  innovative politiche giovanili per l’intera provincia di Salerno, al quale stanno lavorando un team congiunto di esperti di Zoo Architecture e QS & Partners di Salerno nell’ambito della quale utilissima risulterà l’esperienza maturata nell’ambito del progetto Maieutica.

Ha concluso i lavori Vincenzo Quagliano che ha evidenziato l’importanza di creare collegamenti operativi tra le iniziative “Maieutica”, il “Premio Best Practices”, l’iniziativa “S.I.P.I.”  organizzata  dalla BCC di Sassano fortemente voluto dal Presidente Calandriello e dal consiglio di mministrazione , il “Centro Sviluppo di Pontecagnano Faiano” ed altre, per definire un progetto capace di trattenere le startup sul territorio della provincia di Salerno utilizzando anche le risorse della programmazione comunitaria 2014/2020. Un progetto che guardi al futuro economico e sociale delle nuove generazioni capace di rivitalizzare l’economia salernitana. Diomira Cennamo  ha fornito dati a livello nazionale  su Startup, Incubatori e Acceleratori, evidenziando l’importanza della comunicazione per gli aspiranti nuovi imprenditori.