CONDIVIDI

Stagliuozzo (Avigliano) – Ancora una volta la sagra della strazzata nel caratteristico borgo di Stagliuozzo, frazione di Avigliano, di circa 200 abitanti , a due km da Lagopesole, giunta alla XV Edizione, è stata presa d’assalto da migliaia di persone, alcuni provenienti anche da fuori regione. LA Strazzata e’ la caratteristica focaccia di questa zona a forma circolare con un buco al centro impastata con farina di grano tenero e grano duro,con sale, pepe e lievito naturale, da farcire con provolone e prosciutto crudo. La focaccia, lavorata a mano, si ottiene sciogliendo il lievito nell’acqua tiepida e impastandolo con la farina fino a che non si ottiene un’impasto morbido e compatto all’interno del quale viene mescolato, dopo essere stato macinato, il pepe nero, elemento essenziale che impreziosisce la focaccia di un sapore unico nel suo genere. L’impasto cosi condito viene fatto riposare fino a che si ottiene una lievitazione naturale e dopo aver praticato un buco al centro viene cotto nel forno a legna. Migliaia di persone ha invaso questa piccola frazione di Avigliano di circa 200 abitanti per gustare ed assaporare questa Strazzata ( che si poteva gustare con prosciutto e provolone,con peperoni e frittata, con mortadlla arrostita, con fagioli e salsiccia, con porchetta e con nutella), alcuni provenienti anche dalla Puglia e Campania. Soddisfatto l’associazione culturale “Il Cigno” presieduto da E.Colangelo che riesce a divulgare bene questo prodotto tipico di questa frazione, avvalendosi della collaborazione di tanti volontari. Basti pensare che per l’edizione di quest’anno hanno preparato ben 26 mila panini. Presenti il Sindaco di Avigliano, Vito Summa che ha sostenuto: “è uno degli eventi enogastronomici più conosciuto della Basilicata. E’ giunto il momento di inserire questa sagra nella filiera dei prodotti tipici aviglianesi da divulgarla fuori regione. E’ una formula vincente della nostra cultura contadina”. Si è notata la presenza anche del Sindaco di Potenza, Vito Santarsiero: “è una sagra che esalta l’identità della nostra terra. Il 20 agosto Stagliuozzo è un appuntamento fisso per tanti buongustai lucani e di gente delle regioni limitrofe”. Da Lavello una coppia si è sorpresa della presenza di tanta gente: “proprio il 19 agosto nella nostra cittadina di 15 mila abitanti c’è stata una festa popolare in piazza, erano presenti poco più di 200 persone, nonostante la presentazione della locale squadra di calcio. Complimenti agli organizzatori di Stagliuozzo”. Anche da Bari giunti per gustare questa focaccia particolare: “ grazie ad internet, abbiamo saputo di questa sagra, ci ha incuriosito il nome strazzata e siamo venuti. Alla fine ne è valsa la pena, venirci”.Un’organizzazione perfetta dai bus-navetta partiti da Castel Lagopesole, al servizio di protezione civile del gruppo lucano di Avigliano, presieduto da Antonio Imbrenda.
Lorenzo Zolfo