CONDIVIDI

Potenza – Si ferma a 24 la striscia di vittorie consecutive del CUS Potenza Rugby che domenica 13 marzo, dopo un match bello e combattuto, hanno dovuto cedere le armi ad un quanto mai determinato Contabilo Murgia Rugby che ha battuto i Potentini per 16 a 14. Un prestazione comunque grintosa e di cuore quella offerta dagli uomini di coach Passarella che non perdevano un incontro da ben 2 anni. La cronaca della partita inizia con un Potenza subito in palla che con incursioni della mischia e calci di spostamento, costringe i padroni di casa a giocare nella propria metà campo. I nero verdi si ancorano ad una mischia chiusa solida e potente che mette in condizione i tre quarti di giocare palloni veloci e di qualità. La difesa del Murgia è però ben organizzata e regge gli assalti dei leoni sino al 12’ quando, dopo una touche giocata magistralmente dal pack potentino, la maul conseguente permette a Michele Ligrani di schiacciare in meta; capitan Lotito non trasforma e il risultato si porta sullo 0 a 5. Il Murgia non ci sta e alza i propri giri motore del gioco ma il Potenza regge in difesa e si rifà pericoloso in altre occasioni durante tutto il primo tempo che scivola con belle giocate da entrambe le parti, senza che però nessuna delle squadre prenda il sopravvento.

Contabilo batte Potenza
Contabilo batte Potenza

La ripresa viaggia invece in un’altalena di emozioni sin dall’inizio; infatti passano solo 2 minuti e capitan Vincenzo Lotito piazza la punizione che porta i nero verdi sullo 0 a 8 ma il Murgia risponde subito con due punizioni di Conte, al 44’ e al 46’ che portano il risultato sul 6 a 8. Il Potenza continua ad attaccare senza risparmiarsi ma la difesa murgiana resiste ma commette anche dei falli; da uno di questi sempre capitan Lotito piazza, al 49’, la punizione del 6 a 11. La partita è bella e vibrante e a testimonianza di questo vi è la meta del Murgia, al 52’, siglata da Bagiolini che viene trasformata e per la prima volta nel match i padroni di casa vanno in vantaggio, 13 a 11. I leoni ovviamente non ci stanno e si riversano a tutto organico nella metà campo del Murgia che resiste sino al 60’ quando Lotito riporta avanti i suoi con un calcio di punizione, 13 a 14. Il tempo corre veloce con sussulti ed emozioni da entrambe le parti, con il Murgia che continua a martellare la difesa ospite e i potentini a difendersi a denti stretti e a ripartire. Al 68’ è un’indisciplina dei leoni che concede la possibilità di trasformare una facile punizione ai padroni di casa che ritornano nuovamente in vantaggio, 16 a 14. Gli ultimi 10 minuti sono di autentico e stoico assedio dei cussini alla linea di meta murgiana che, però, riescono solo al 79’ ad avere la possibilità di poter capovolgere il risultato grazie ad un penalty concesso dalla difesa dei padroni di casa. Al calcio va capitan Lotito, il cui piede ha tante volte regalato la vittoria agli universitari, ma questa volta la palla va larga. Al triplice fischio finale è vittoria per i padroni di casa per 16 a 14.

Leggero rammarico nelle parole di coach Passarella “E’ stata una partita davvero molto combattuta ed il risultato di 16 a 14 la dice lunga sull’equilibrio del match. Abbiamo giocato con cuore e grinta ma, questa volta, non sono bastati; l’indisciplina ci è costata cara e il Murgia, ne ha approfittato. Faccio comunque i complimenti a tutti i miei ragazzi ma dobbiamo lavorare sodo per poter raggiungere tutti i nostri obiettivi. Nulla è compromesso abbiamo conquistato comunque il bonus difensivo e difeso la testa della classifica con un vantaggio di 2 punti sul Rugby Club Granata e dobbiamo ancora recuperare l’incontro rinviato la scorsa domenica con i Draghi BAT. Abbiamo tutte le possibilità di raggiungere il traguardo senza preoccuparci dei risultati delle altre.”
Della stessa opinione anche uno dei veterani, il pilone Francesco D’Andrea, che a fine partita si è rivolto a tutti i ragazzi, soprattutto al gruppo dei giovani universitari, con queste parole: “…abbiamo è reso ordinario qualcosa di straordinari, perché vincere 24 volte consecutivamente in 2 anni non è da tutti; solo un gruppo forte ed unito poteva riuscire in questa impresa, perché è di questo che parliamo, un’impresa storica. I record sono fatti per essere abbattuti quindi, ricominciamo!!!!!!!”

La prossima domenica quindi ci sarà il recupero del match con i Draghi BAT in quel di Barletta e leoni sono pronti a ripartire per cogliere e regale tante e nuove soddisfazioni a tutto l’ambiente Universitario e ai tantissimi fan e sostenitori, BCC di Laurenza e Nova Siri in primis.

Questo il Potenza sceso in campo:
Mussuto (1) – Rado (2) – Esposito (3) – Marsico (4) – Sampogna (5) – Ligrani (6) – Di Melfi (8) – De Rosa (7) – Giordano (9) – Buchicchio (10) – Lombardi A. (11) – Lotito V. (cap) (12) – Pergola S. (13) – Grippa (14) – Lotito G. (15)
A disposizione: Becce (16), Basilio F. (17), D’Andrea (18), Mastrangelo (19), Basilio P. (20), Bitella (21), Giosa (22).

Risultati e classifica provvisoria dopo la quattordicesima giornata:
Rugby Granata – Panthers Modugno: 46-0 (9-0)
Omnia Bitonto – Salento: 12-3 (2-0)
Murgia Rugby – CUS Potenza Rugby: 16-14 (1-1)
Draghi BAT – Messapica Rugby: 16-21 (1-3)

CUS Potenza: 41 pt. (pen. -4)*
Rugby Club Granata: 39 pt. (pen. -4)
Murgia XV Rugby: 38 pt. (pen. -4)
Omnia Bitonto: 31 pt. (pen. -4)
Salento Rugby: 28 pt. (pen. -4)
Messapica Rugby: 20 pt.
Draghi BAT: 7 pt. (pen. -4)*
Panthers Modugno: 0 pt.
*una partita in meno