CONDIVIDI

Potenza – Ciò che sta accadendo in Basilicata sfugge alla maggior parte dei Cittadini lucani che ignora che, negli ultimi anni, sono stati soppressi 14 Presidi amministrativi importanti come:

IL 91^MO BATTAGLIONE LUCANIA – DISTRETTO MILITARE DI LEVA – DISTRETTO REGIONALE ENEL COMPARTIMENTO REGIONALE DELLE POSTE- PROVVEDITORATO ALLE OPERE REGIONALI PENITENZIARIO – UFFICIO REGIONALE DELLE FERROVIE DELLO STATO – COMPARTIMENTO REGIONALE POLIZIA STRADALE – INAIL REGIONALE – TELECOM – DIREZIONE REGIONALE SIRTI – PROVVEDITORATO REGIONALE PUBBLICA ISTRUZIONE – MOTORIZZAZIONE CIVILE –

A cura del Centro Studi di Scelta Civica per l’Italia di Basilicata
TRIBUNALE DI MELFI – BANCA D’ITALIA MATERA.

parco mediterraneoSe a questo elenco dovessimo aggiungere, come si suppone, l’imminente cancellazione della CORTE DI APPELLO di Appello di Potenza, con la relativa soppressione del TAR DI BASILICATA e DELLA CORTE DEI CONTI, il dado è tratto. Da questa narrazione viene fuori una Basilicata amministrativamente e politicamente insignificante e disponibile a subire le ulteriori scorribande del Governo Nazionale già pronto, con l’Ordine del giorno del Sen.Ranucci, approvato dall’esecutivo nazionale, a dividere la Basilicata tra la Calabria e la Puglia. L’unica arma, pertanto, che la Basilicata ha a disposizione per sopravvivere e per non rimanere completamente isolata è la ISTITUZIONE DELLA MACROREGIONE “ LA GRANDE LUCANIA “, unendo il nostro territorio con quello del vicino Cilento, cui la lega secoli di storia e di interessi comuni.

A tal riguardo, per trovare una soluzione rapida pensiamo alla istituzione del Parco del Mediterraneo, una riforma a costo zero che unifichi i parchi del Pollino e della Val d’Agri con quello del Cilento. In poche parole recuperiamo al nostro ragionamento una vasta area che si configura con LA GRANDE LUCANIA .

Si parla, in conclusione, di una riforma giuridicamente non complicata e finanziariamente parlando in linea con quanti intendono tenere i conti dello Stato in ordine. Si allega la proposta della Istituzione del Parco del Mediterraneo, con la cortese preghiera di comunicarci una sua valutazione di merito .

Il Segretario Regionale Il Responsabile per le Politiche del Mezzogiorno

Prof. Gaetano Fierro Dott. Rag. Rocco Lepore

A cura del Centro Studi di Scelta Civica per l’Italia di Basilicata