CONDIVIDI

cineclubRionero in Vulture – Il CENTRO GRAMSCI DI EDUCAZIONE unitamente al CINECLUB VITTORIO DE SICA, con il contributo di Fiom Cgil Basilicata, l’Anpi (Associazione Partigiani) e la rivista “Valori”, promuovono una giornata di riflessione – il 7 dicembre 2014 ore 9:00 Centro Sociale “P. Sacco” di Rionero – sui temi della Costituzione, della democrazia, della pace e dello sviluppo, attraverso la rievocazione e la valorizzazione di eventi rilevanti per il nostro territorio e per onorare la memoria del compianto Nicola Sperduto. La manifestazione si aprirà con il saluto di un alto funzionario dell’Ambasciata della Repubblica Popolare di Cina. Si celebra dunque il decennale della “Primavera di Melfi” con i 21 giorni di lotta alla Fiat-SATA per i diritti del lavoro, in coincidenza con i dieci dalla scomparsa di Nicola Sperduto, i cui valori umani e politici si sono sempre incrociati nelle battaglie per il perseguimento delle migliori condizioni di vita e di lavoro nella società. Abbiamo voluto dunque ricordare, in questa data, il dinamismo del compianto Nicola, non solo legata alla sua prematura scomparsa (avvenuta il 12 settembre 2004) bensì connessa alla sua nascita (il 3 dicembre 1956) e al suo onomastico (il 6 dicembre). Questo, a riprova che le idee ed il vissuto di Nicola non muoiono mai, soprattutto quando il patrimonio di esperienze e di comportamento hanno lasciato il segno non soltanto nella nostra comunità quanto anche a livello regionale. Come dirigente dei Comunisti italiani ha sempre praticato la coerenza con lo spirito di servizio verso la comunità con onestà civile, politica e culturale. E’ stato in prima linea nelle battaglie di emancipazione, per la difesa del territorio e dell’ambiente anche come amministratore; ha fatto controinformazione con il giornale locale “la chiazz” e “Partecipare” ed ha avuto la lungimiranza nel sostenere la creazione del Museo del brigantaggio all’ex Carcere Borbonico (oggi una realtà). Inoltre, si è battuto per la valorizzazione del sito archeologico di Torre degli Embrici. Nel suo ruolo istituzionale come consigliere comunale ed assessore alla Comunità montana si è distinto per impegno e serietà. La sua personalità polivalente spaziava dal mondo associativo a quello culturale e ricreativo, dalle feste di Partito a quelle Patronali e religiose (dal 1999 al 2001). Nicola, anche da cristiano, ha sempre creduto nei giovani coinvolgendoli in varie iniziative, trasferendo loro quei messaggi educativi finalizzati alla crescita morale ed al senso critico, per meglio combattere le ingiustizie ed i soprusi del sistema capitalista, per costruire la società di liberi ed uguali. Alla sua passione per l’arte, per il cinema e per la musica, il CineClub“De Sica”, a compendio della manifestazione – nello spazio pomeridiano ore 17:00 – intende dedicare momenti di riflessioni poetiche, ricordi di Nicola, con un concerto di musica jazz con Black Fair Voices, un duo di musiciste composto da Luisa Tucciariello e Dionisia Cassiano, e la proiezione del corto “Genio-contro, GuyDebord e l’avanguardia nel cinema” (presentato all’ultima Mostra di Venezia dall’autore Armando Lostaglio con CinemadaMare).

Carlo Cardillicchio
Armando Lostaglio
Rionero in Vulture, 2.12.2014