CONDIVIDI

Barile, 2013-04-19 – Oltre 1.500 Lucani della  diocesi di Melfi Rapolla e Venosa in udienRoma Papaza da Papa Francesco lo scorso 17 aprile. Barile presente con 60 persone grazie alla organizzazione del Parroco di Barile Don Tommaso Garzia grazie alla collaborazione del presidente Pro loco Barile presieduto da  Bracuto Daniele. Presente Gianmarco Torico come coordinatore e responsabile giovani. Sono stati in tanti specialmente i giovani delle diverse diocesi lucane ad andare dal Papa a Roma nella giornata di mercoledì. Hanno fatto parte della folta schiera di ragazzi della Diocesi di Melfi rapolla e venosa , che partendo  nella tarda notte di martedì scorso si sono recati nella capitale per il percorso che li porterà alla “professione di fede”. Con loro c’era anche il Vescovo Mons. Gianfranco Todisco. Il Papa, nell’udienza in San Pietro, ha dedicato loro delle parole di incoraggiamento per il percorso che stanno per compiere: «Accolgo con gioia il grande pellegrinaggio diocesi di Melfi Rapolla Venosa guidato dal cardinale  ha detto loro Papa Francesco -. Specialmente con i ragazzi disoccupati, ammalati che si preparano alla professione di fede. Cari prego per voi, perché la vostra fede diventi convinta e robusta, come una pianta che cresce e porta buoni frutti. Che il Vangelo sia la vostra regola di vita”. Tra i presenti, Il professore in pensione di Educazione Artistica Francesco D’Angola di Rionero  ha regalato al Papa con tanta difficoltà, visto le norme di sicurezza e la Gendarmeria sempre pronta, a consegnare  una sua meravigliosa opera che rappresenta il famoso attore  Raffaello Sanzio con il dipinto La Cappella Sistina, è un dipinto a olio su tela. La giornata romana per la comitiva lucana è proseguita alle ore 16.00 presso il Santuario della Madonna del Divino Amore, Santuario importantissimo per i Romani.

Lorenzo Zolfo