CONDIVIDI

Ripacandida – Lo scorso 17 agosto in piazza del popolo, si è portato a termine il ricco programma R’Estate a Ripacandida 2012 a cura dell’associazione Santuario di San Donato e del Comune, con la serata di talenti locali. Si è svolto l’evento musicale e canoro per la valorizzazione e promozione dei talenti locali in onore di San Donatello, protettore dei giovani. L’evento è stato promosso dalla parrocchia Santa Maria del Sepolcro in collaborazione con l’Associazione Santuario di San Donato e il Patrocinio del comune di Ripacandida. La serata è stata presentata da Iris Alamprese e Samuele Cripezzi. L’evento è iniziato con l’assegnazione delle borse di studio per meriti scolastici a tre studenti delle scuole superiori(Carmen Sinisi, Chiara Mastantuono, entrambe frequentanti l’I.I.S. “G.Fortunato” di Rionero in Vulture e Francesco Musto del “Gasparrini” di Melfi, che hanno conseguito nell’anno scolastico terminato il massimo dei voti. Dalle mani del vice Sindaco Sinisi hanno ricevuto un assegno per gli studi da intrparendere. il concerto è stato aperto dalla banda della scuola di musica “Orsomando” di Ripacandida, che accanto alla statua di San Donatello hanno intonto alcuni brani celebri della musica italiana. “Quest’evento-ha riferito Iris Alamprese- ha come tiitolo “le stelle sopra il nostro cielo” per ricordare attraverso il canto e le note tutte quelle persone, soprattutto giovani del nostro paese, che non ci sono più, abbiamo voluto ricordare padri e madri che hanno lasciato le loro famiglie troppo presto e ragazzi che sono volati in cielo troppo presto”. Dopo i brani di musica classica e leggera, dal numeroso pubblico presente, è stato ascoltato un brano scritto da Pino Martino, un emigrante di Firenze, proprio sulla figura di San Donatello. Per la riuscita della serata hanno collaborato il maestro Dino Rigillo e nella parte strumentale Mario Santomauro.
Lorenzo Zolfo