CONDIVIDI

Ripacandida – E’ convocato per lunedì 16 luglio alle ore 9 in seconda convocazione il Consiglio Comunale. Da approvare il Bilancio previsionale per l’esercizio finanziario 2012 ed il bilancio pluriennale 2012-2014. Sarà la volta buona? Visto che lo scorso 12 luglio,presenti 11 consiglieri su 13 (assenti i consiglieri di minoranza Chiarito e Martino),dopo l’approvazione del verbale della seduta precedente,  i  4 consiglieri di minoranza( che volevano che si discutesse immediatamente su questo atto di violenza, ricevendo risposta negativa) ed il consigliere di maggioranza  Aniello Prisco hanno abbandonato l’aula consiliare, lasciando solo 6 consiglieri (compreso il Sindaco), un numero non sufficiente per continuare gli altri punti all’o.d.g. La molla che ha  fatto scattare la protesta dei cinque consiglieri che hanno abbandonato l’aula è stata la dichiarazione letta dal capogruppo di maggioranza, Aniello Prisco nella quale nei mesi scorsi è rimasto vittima di una vile e brutale aggressione fisica senza ricevere il sostegno dell’amministrazione comunale. Il Sindaco Annunziata (per la verità anche tutti gli altri consiglieri e pubblico presente), rimasto spiazzato, aveva riferito: “dopo l’intervento di un consigliere,buona regola è ascoltare gli altri”. L’impressione avuta dalla maggioranza è stato questo: “ l’intervento del consigliere comunale Prisco è stato pretestuoso e solo per arrecare “tolgo il disturbo”, visto che l’argomento sulle Violenze era uno dei punti da trattare subito dopo.  Che si avverte una crisi politica non è una novità, la maggioranza è retta sei consiglieri (compreso il Sindaco), la minoranza da sei. Il consigliere comunale Prisco può fare la differenza. Probabilmente il Bilancio verrà approvato, basta la presenza di quattro consiglieri in 2^ convocazione, ma sul futuro amministrativo di questo paese regna l’incertezza! Si ritorna a votare nel 2013.

Lorenzo Zolfo

Le foto riprendono un momento del consiglio comunale ed il momento dell’abbandono dei consiglieri di minoranza.