CONDIVIDI

Ripacandida – Nella giornata dello scorso 12 settembre, a pochi giorni dall’apertura del nuovo anno scolastico, previsto il 17 settembre, i genitori degli alunni frequentanti la prima media, provenienti da Ripacandida e Ginestra, si riuniscono nella casa canonica della parrocchia per prendere una decisione in merito al fatto che i 28 alunni frequenteranno l’anno scolastico in un’aula di 36mq! Alcuni decidono di portare i propri figli in un’altra scuola, altri di protestare, altri di interpellare l’amministrazione comunale. Così nella mattinata del 13 settembre,iIntorno al tavolo del primo cittadino di Ripacandida, Giuseppe Annunziata, il nuovo Dirigente scolastico, Lucia Girolamo illustrava l’amara situazione di questa classe della scuola di Ripacandida, sede aggregata di Barile, formata da 28 alunni che non poteva assolutamente svolgere l’attività didattica in un’aula di 36 mq! “La scuola è nuova , ha tutti i requisiti di un edificio all’avanguardia e poi è tardi, lunedì comincia la scuola , non si farebbe in tempo per qualsiasi soluzione!”dibatteva il Sindaco.Ma le nuove norme in materia di sicurezza non ammettono repliche e 28 alunni in 36 metri non ci possono stare. Che fare? Il Dirigente scolastico Dott.ssa Lucia Girolamo è ferma nelle sue decisioni ! “Sì ,è tardi a meno che…l’Ufficio Tecnico non faccia qualcosa”.Ed ecco che tutto l’ufficio tecnico guidato dal responsabile, geometra Rocco Musto a 36 ore dall’incontro, parte con i lavori per abbattere un muro divisorio ed allargare lo spazio dell’aula. Le norme di sicurezza sono salve e una stretta di mano suggella la soluzione. Che dire ? Grazie da tutti i genitori, i ragazzi e la comunità di Ripacandida,grazie alla disponibilità del Sindaco Giuseppe Annunziata, alla competenza e professionalità del geometra Rocco Musto e tutto il team dell’ufficio tecnico di Ripacandida e grazie alla tenacia del nuovo Dirigente scolastico Lucia Girolamo che ha fatto già capire di che pasta sia la nuova e giovane classe di Dirigenti Scolastici.
Lorenzo Zolfo
Le foto riprendono l’aula in questione.