CONDIVIDI
Ripacandida il M° Denis Shapovalov
Ripacandida il M° Denis Shapovalov

Ripacandida, 2013-09-10 – Lo scorso 6 settembre nel Santuario san Donato di Ripacandida, gemellato con la Basilica Superiore di Assisi dal 2004, si sono svolti due eventi di una certa rilevanza. Nell’ambito del progetto F.A.T.A. organizzato dalla Provincia di Potenza, Gal Sviluppo Vulture-Alto Bradano ed Ateneo Musica Basilicata, è stato presentato il libro dell’indimenticabile Senatore della Repubblica, Nino Calice: “Sogni bisogni maschere”. A parlare di questo libro e del suo contenuto,il figlio Simone: “un libro che parla di cibo con spunti e concetti interessanti. L’ossessione politica di mio padre era quello di dare una identità al nostro territorio.

Il libro riguarda un ricerca sul cibo e l’alimentazione con l’intento di dare alla nostra terra un substrato comune. Papà sapeva bene che l’alimentazione (la sua storia) è, prima di tutto, un fatto socio-politico, di culture e territori che entrano in contatto, o della mancanza di questo contatto: così attraverso il pretesto della presenza-assenza del formaggio nella dieta dei contadini lucani ( ma non solo) e delle fasce popolari, gli rievoca quella battaglia della fame consegnata all’eternità di poeti, scrittori, pittori che altro non è, in termini alimentari, che una lunghissima battaglia di classe, come ogni battaglia fatta di speranze, privazioni e sogni appunto. Il formaggio lo troviamo nel commercio quale segno della modernità pertanto si sostituisce al bisogno e si trasferisce nelle maschere il bisogno ed il desiderio di una fame popolare”.

A seguire un concerto dell’Ateneo Musica Basilicata, direttore artistico, Giovanna D’Amato con musicisti italiani ed europei. Presenti il Sindaco di Ripacandida, dott. Vito Antonio Remollino, l’assessore alla Provincia settore Cultura, Francesco Pietrantuono di Melfi. Tutti gli interventi hanno esaltato questa piccola ma accogliente chiesa, definita la Piccola Assisi di Basilicata, ideale per concerti, dove anche i suoi splendidi affreschi del ‘500, sembravano che “parlassero”.I musicisti hanno eseguito brani di Mendelssohn-Bartoldy (quintetto per archi in si b maggiore n.2 op87; Haydin (Adagio Viandante) e di C.Gesualdo da Venosa (Gagliarda).

Si sono esibiti: Denis Shapovalov, violoncello, docente presso il conservatrio di stato di Mosca, Federico Galieni, violino, Clarice Binet, violino,carmine Caniani, viola, Valentino Marongiu, viola. Sara Sottolano. Nicola Bossone e Federica Tarsitano al violino I; Serena Mustari e Marco Gialluca, violino II; Erica Lo Mele, viola,Vincenzo lioy-Ugo Tronnolone, violoncello. A seguire nel piazzale del Santuario a cura dell’Unione Cuochi Basilicata l’assaggio di Tortino al miele con salsa al limone con l’allestimento del banchetto contenenti i vari derivati del miele a cura della Miellinoteca Rondinella di Ripacandida.

Lorenzo Zolfo