CONDIVIDI

Ripacandida (PZ), 02-10-2014 –  Nel piccolo centro del Vulture per tre giorni il piazzale di San Donato si è trasformato in una “Cittadina del Miele”. Si è tenuta l’8.va Mostra Mercato del Miele Lucano a cura del Consorzio Regionale del Miele, presieduto da Franco Rondinella di Ripacandida, col patrocinio dell’amministrazione comunale alla presenza del presidente dell’Osservatorio Nazionale del Miele, Giancarlo Naldi di Castel San Pietro Terme (Bo). Degustazione di prodotti tipici lucani abbinati al miele con spazio dedicato a “No Glutine” a cura dell’associazione Regionale Cuochi Lucani e dell’associazione Cuochi del Vulture, coordinati dallo Chef Giuseppe Sciaraffa di Barile ed animazione musicale con il gruppo “Associazione Culturale Ambasciatori Lucani” di Potenza, hanno caratterizzato questi tre giorni di valorizzazione di questo prodotto delle terra lucana.

Il presidente dell’osservatorio Nazionale del Miele,Giancarlo Naldi è rimasto soddisfatto: “una bella mostra-mercato dei mieli lucani che al concorso nazionale hanno ricevuto quattro riconoscimenti con l’attribuzione di “tre gocce d’oro” con il miele di sulla con agrumi e millefiori. Queste iniziative sono necessarie perché il miele, quello di qualità, va ancora conosciuto e valorizzato. Quest’anno si è prodotto poco miele a causa delle cattive condizioni climatiche e dello spopolamento delle api dovuto all’esagerato utilizzo di pesticidi in agricoltura. I mieli sono buoni dal punto di vista del gusto e si possono abbinare benissimo a tutti gli altri prodotti della terra”. Chi ha provveduto ad abbinare il miele in alcuni piatti tipici della regione, è stata l’associazione Regionale Cuochi Lucani (presidente Rocco Petrullo) e l’associazione Cuochi del Vulture che sotto la regia dello chef Giuseppe Sciaraffa di Barile, docente dell’Istituto Alberghiero di Melfi, presente con alcuni alunni, hanno preparato piatti che i tanti presenti hanno degustato. E’ lo stesso Sciaraffa ad elencarli: “come novità abbiamo preparato straccetti di pollo conditi con limone, miele di acacia, filetti di mandorlo e di menta.

Insalatina mista con noci e croccantino di ronzino e miele di tiglio. Pasta strascinate con mollica di pane e lamelle di mandorlo, miele a millefiori. Come dessert:crema al gianduia con ricotta e miele di castagno e polline”.  Tra i presenti un gruppo di docenti di Venosa e Rionero in Vulture, tra questi le prof.sse Lagala ed Esposito, hanno riferito: “ il miele da sempre è riconosciuto un prodotto dop, non viene abbastanza pubblicizzato per la mancanza di una buona campagna di informazione. Ben vengano queste iniziative che danno visibilità a questo prodotto della nostra terra”.

Ad allietare le serate “l’associazione Culturale Ambasciatori Lucani” di Potenza, presidente Leonardo Nuzzaci,  con due spettacoli: “grande Pizzica Salentina” e “ Racconti e Canti di Briganti”.