CONDIVIDI
Ripacandida
Ripacandida

Ripacandida, 2014-01-09 – Dopo il gruppo politico Sel-Sinistra e libertà, che ha contribuito a far vincere l’attuale amministrazione, ultimamente dissociatosi dalla maggioranza, perché sono venuti meno le promesse annunciate durante la campagna elettorale, ad accusare l’amministrazione comunale, presieduta dal dott. Antonio Remollino, è il gruppo politico “progetto per Ripacandida”, uscita sconfitto nelle ultime elezioni comunali. Con un comunicato, questo gruppo accusa l’amministrazione comunale di poca competenza e poca conoscenza delle problematiche:“sono passati ormai quasi 8 mesi dall’ insediamento di questa amministrazione comunale, una compagine che si è presentata a voi come la lista del rinnovamento e del cambiamento, sia nella sua composizione sia nella proposizione di idee fresche ed innovative che, stando a quanto si prometteva in campagna elettorale, avrebbero giovato alla collettività tutta! Un cambiamento, che a nostro modestissimo parere non si è ancora visto e a tal proposito, ad oggi dubitiamo che si possa realizzare.

Vogliamo portarvi a conoscenza del fatto che il nostro gruppo, che chiedeva una collaborazione con i vincitori, per la risoluzione dei problemi, fino ad ora negata dal Sindaco. Le idee dei professionisti cosi tanto vantate, dove sono finite? nel corso di questi mesi, vi chiediamo avete notato qualche barlume di cambiamento? No! Solo confusione!

A dire la verità qualcosa è cambiato: siamo passati da una giunta che rappresentava tutti i partiti della coalizione ad una giunta quasi tecnica, passando per la farsa delle dimissioni del sindaco, e per l’arrogante estromissione di una componente che con forza chiedeva il rispetto degli impegni presi in campagna elettorale, quegli stessi impegni con cui Vi hanno ingannato ed hanno strappato il Vostro voto.

Cittadini per vostra conoscenza e sebbene nella non curanza dell’amministrazione, alcuni suggerimenti a questa maggioranza noi abbiamo provato a darli su vari temi:

1)Bilancio programmatico (occorsi 5 mesi per la sua approvazione);

2)Regolamento TARES\TARSU (solo grazie alla forte opposizione del gruppo di minoranza si è mantenuta la preesistente TARSU a discapito della TARES, limitando così ulteriori aggravi a tutte le attività produttive di Ripacandida; certamente si poteva fare di più utilizzando fondi di bilancio ma forse si dovevano pagare alcune promesse elettorali);

3)Riorganizzazione dei servizi e rivisitazione della pianta organica, (in quanto, a nostro modesto parere ci sono tutte le condizioni per un risparmio attraverso la riqualificazione e la conversione di alcune figure professionali, considerando che altri servizi si dovranno associare nei prossimi mesi);

4) Avviamento della raccolta differenziata;

5) Associazionismo (quasi scomparso nel nostro paese);

6) Politiche sociali;

7) Politiche giovanili e occupazionali;

8) Gestione del servizio mensa scolastica;

Ma la chiusura al confronto è stato un netto “NO!”

Ha solo pensato ad approvare il ruolo 2013 comprendente 144 posizioni contributive (di cui n° 76 autorizzazioni passi carrabili e n° 68 occupazioni suolo pubblico senza rilascio di autorizzazione passo carrabile per un totale complessivo di €. 6.092,23).

Poiche’ le tasse sono retroattive quando verranno richieste le annualita’ arretrate (gli ultimi 5 anni) ?

e’ in grado l’attuale amministrazione a fornire il servizio rimozione forzata dei veicoli, o si innescheranno inutili contenziosi?

Noi siamo consapevoli che governare un paese, quando non si hanno le competenze e non si conoscono i problemi veri di una comunità è dura! Questo paese è inchiodato ad un palo, sta perdendo occasioni per un suo rilancio.

Cari concittadini noi non riusciamo a capire l’atteggiamento del PD, o di quel che ne resta, che ha proposto e sostenuto questa maggioranza; per quale motivo su tutto questo tace? Non ha nulla da dire ? Va Tutto bene? Noi non crediamo possa essere vero anche perché le voci che ci arrivano sono contrastanti in quanto alcuni, forse la maggioranza di questo PD sta pensando di dissociarsi da questa amministrazione: “avanti ci vuole solo un po’ di coraggio! Siamo con voi”

Lorenzo Zolfo