CONDIVIDI
Il gol di Gala
Il gol di Gala

Ripacandida 17 novembre 2013. Calcio. Prima Categoria, girone A. Il big-match della giornata, alla presenza di tanta gente  tra Ginestracandida (2° in classifica con 16 punti) ed il Barrata (1° in classifica con 21 punti) viene vinto dalla squadra vulturina per 3-1. In gol per il Ginestracandida al 15′ Lomìo, al 33′ Moccia e al 36′ Gala (vedi foto), per il Barrata in gol l’inossidabile Santagata al 48′.Una partita vibrante che il giovane arbitro Signore della sezione di Venosa ha saputo mantenere in pugno (anche se ha commesso alcuni errori, è umano.) La squadra di mister Bisceglia è scesa in campo con determinazione, dopo due partite perse, e questa è stata l’arma vincente (ha riferito il mister di Lavello, che ha messo su una squadra di tutto rispetto, in alcuni frangenti gioca meglio della mia… Inter), dopo mezz’ora era in vantaggio di 3 gol e per il Barrata la strada si è fatta in…salita.

Il gol di Lomìo al 15′ è scaturita da una splendida punizione dai 20mt. A salvare il risultato in 2 occasioni, al 17′, l’estremo difensore del Ginestracandida, Propato, autore di due tiri ravvicinati di Verrastro e Tolve. Il gol di Moccia è stato un capolavoro, dai 25 mt fa partire un tiro che va a finire alla dx del portiere, che si era tuffato a sx. Il 3° gol di Gala, ben servito da Di Matteo, a tu per tu col portiere, lo supera con un preciso rasoterra.Nella ripresa, il Barrata forza il gioco ed al 48′ va in gol, tiro di Tolve, deviato sul palo da Propato, irrompe Santagata e mette dentro.Al 55′ Di Bello, da buona posizione, spreca in area avversaria.

Al 65′ Beneduce viene fermato su un dubbio fuorigioco.Al 75′ espulso Diana, reo di un battibecco con un dirigente locale. Al 76′ clamoroso errore davanti Propato, Beneduce servito da Pappalardo, solo davanti la porta, “sbuccia” la palla, che va a finire fuori porta. Nei 6′ di recupero al 92′ Cassano si fa ribattere la connclusione dal portiere, su precisa imbeccata di Gala. Al 94′ Maiorino (una roccia in difesa, dopo l’esperienza nella Vultur, Eccellenza, dove assumeva un comportamento non sempre corretto, da quando gioca in questa squadra, rispetta avversari, compagni e soprattutto le regole) nella propria area, salva su Beneduce.

A fine partita mister Bisceglia del Ginestracandida ha riferito: “la determinazione è stata la nostra arma vincente. Solo se giochiamo in questo modo possiamo prenderci altre soddisfazioni”. Mister Zaccagnino (squalificato) del Barrata ha aggiunto: “il Ginestracandida, un’ottima squadra, ha saputo aggredirci per la prima mezz’ora di gioco e non siamo riusciti a recuperare. Ringrazio la società ospitante per l’ottima accoglienza”.

GINESTRACANDIDA   3

 BARRATA            1

GINESTRACANDIDA: Propato,Lecaselle,Maiorino,Gala,Cappa,Lovecchio, Moccia (al 85’Cassano), Zampino, Di Matteo (al 70’ Cicchiello),Lomìo,Cillis (al 67’Nardozza). All:Bisceglia.

BARRATA: Di lillo, Pappalardo,Benedetto (al 38’ Isoldi, al 68’ Martoccia),Di Bello M. Minici, Santagata,Verrastro, Tolve, Di Bello S. (al 38’ Russillo), Beneduce, Diana. All.Zaccagnino (squalificato).

Lorenzo Zolfo