CONDIVIDI
prof-mauro-corona-legge-un-passaggio-sulla-miseria
Il prof. Mauro Corona legge un passaggio sulla Miseria

Rionero in Vulture – La cittadina fortunatiana si trasforma in borgo-brigantaggio. Un’idea della pro-loco, presieduta da Cristian Strazza.Un’interessante tre giorni interamente dedicata al fenomeno del Brigantaggio che vedrà la mobilitazione di un’intera città per ricostruire quel pezzo di storia a cavallo dell’Unità d’Italia. “Briganti o Migranti” ha alzato il suo sipario il 23 Settembre, al Museo del Brigantaggio, con la presentazione del volume “I dialoghi della Miseria” del Prof. Mauro Corona.

A presentare questo evento la prof.ssa Silvana Ciampa, componente della pro-loco: ” di questo fenomeno del brigantaggio ognuno si fa la propria idea. Un fenomeno che ha contraddistinto il Sud Italia, ed in particolare la nostra regione.Abbiamo l’onore di presentare il libro “I Dialoghi della miseria” del prof. Mauro Corona, direttore artistico della Parata dei Briganti”.

La prof.ssa Ciampa ha rivolto alcune domande all’autore del libro, tra queste: le origini del titolo e gli ideali perseguiti dal protagonista del libro,Carmine Crocco.Ecco le risposte: “la miseria ha rappresentato e rappresenta uno dei filoni conduttori di questo libro, come il diavolo, simbolo del male, alleato della miseria. Insieme rappresentano un binomio perfetto in questo libro.La miseria interloquisce con i contadini ed i popolani.

Una miseria che regna incontrastata anche ai primi anni del ‘900 con la massiccia emigrazione delle popolazioni del Sud verso un altro mondo, che lasciano i propri affetti, la propria terra, in cerca di una migliore sorta. La miseria,la povertà, la privazione del quotidiano prevale sulle prospettive di riscatto di un Sud sempre più emarginato.

Rionero un momento della presentazione del libro
Rionero un momento della presentazione del libro

La miseria, la crudeltà, la violenza, tipiche del periodo del brigantaggio, sono fenomeni che si avvertono anche oggi, soprattutto quando accendiamo la televisione! Crocco ha sempre creduto nei valori di libertà e giustizia, senza riuscirvi ad ottenerli.La gestazione di questo libro nasce in occasione del centenario della morte di Carmine Crocco con l’idea di scrivere una commedia.

Il prof. Corona ha letto la parte del libro: “Dialogo della Miseria con il generale dei briganti,Carmine Crocco. “A ringraziare la presenza del prof.Corona, Andrea Gerardi della pro-loco: “grazie per aver preferito il museo del brigantaggio per presentare questo volume.

La nostra associazione, pur muovendosi tra mille difficoltà, cerca di valorizzare la città anche attraverso questo fenomeno del brigantaggio”.Sono intervenuti i proff.Rocco Viglioglia, Donato Martiello, quest’ultimo ha detto: “su questo fenomeno del brigantaggio ci sarebbe da parlare un mese.Allora non c’era alternativa o si diventava brigante o niente. Oggi invece l’alternativa sarebbe emigrare!”

A seguire, nello spazio aperto del museo del brigantaggio lo spettacolo teatrale “Crocco e le Cento Spose” di Licia Giaquinto, dove i tre attori, Angelo S,Tiziano F. e Pietro S alla chitarra hanno interpretato in chiave teatrale le gesta del brigante Crocco. La regista L.Giaquinto ha spiegato le ragioni di questa performance: “è una ballata particolare in un percorso immaginario e fantastico. Ho voluto riproporre il cantastorie di piazze, recuperare la comunanza della piazza. Un cocktail di ballata leggera. Ringrazio la pro-loco guidata da gente preparata e competente”