CONDIVIDI

Rionero in Vulture, 2012-10-03 – Lo scorso 30 settembre l’associazione culturale Solaris, La Taverna ‘R Crocc, presiedute dal giornalista Franco Loriso in collaborazione con l’associazione Mediterranea 2000 di Melfi, presieduta dal prof. Luigi Branchini, per il 4° anno consecutivo, ha promosso la IV edizione “LU MUZZ’C ‘R LU BR’GHAND” ,corteo storico sul brigantaggio,  svolto per le strade principali della cittadina.

Il corteo storico  è partito dalla sede del museo “La Taverna ‘R Crocc” dedicato a Carmine Crocco. Tanta gente ha visto sfilare personaggi tipici sul brigantaggio. Il gruppo folkloristico “Burgentia” ha animato la sfilata con canti e balli riferiti al periodo storico. Avvicinato il giornalista, Franco Loriso,ideatore di questo evento, inserito nel programma Piot Area Nord della Basilicata e che ha avuto anche il patrocinio del Comune di Rionero, ha riferito: “inizialmente siamo partiti con il museo dedicato a Crocco. Invito a proposito a visitare il sito, ha più di 70 mila visitatori. Volevo allargare gli orizzonti ed abbiamo pensato ad un corteo storico che è un modo per portare le radici della nostra storia nei vicoli e nelle strade  dove è nato e vissuto Carmine Crocco.

Abbiamo proposto all’ammnistrazione comunale di riportare a Rionero le ceneri di Carmine Crocco”. Il presidente dell’associazione Mediterranea 2000 di Melfi, prof. Luigi Branchini ha aggiunto: “l’intento di questo evento è quello di riappropriarci della nostra identità. I cortei storici di Rionero e di Melfi non sono manifestazioni folkloristici, ma appuntamenti culturali. L’obiettivo è quello di rivendicare una certa autonomia politica,sociale ed economica che da 150 anni, purtroppo, ci è stata negata. Eravamo un grande popolo, ora siamo un serbatoio di braccia e menti che servono allo sviluppo di altre realtà che non sono le nostre”.

Lorenzo Zolfo