CONDIVIDI
Rionero in Vulture biblioteca comunale
Rionero in Vulture biblioteca comunale

Rionero in Vulture, 2013-07-09 – Nel palazzo Giustino Fortunato, struttura caratterizzata da notevole prestigio architettonico, appartenuto all’omonima famiglia che ha dato i natali, tra gli altri, a Giustino Fortunato, illustre studioso meridionalista, Deputato e Senatore (1848-1932), è allocata una biblioteca comunale da alti numeri. Aperta al pubblico nel 1976 e visitabile tutti i giorni, dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 13,00 ed il martedì e giovedì anche di pomeriggio dalle 15,30 alle 17,30, possiede un consistente patrimonio librario da record: Fondo Antico voll. n. 10.000; Fondo Moderno voll. n. 25.000; Fondo Basilicata voll. n. 5.000. Iscritti n° 2.300. Prestiti giornalieri n. 15 x circa 330 giorni all’anno. Visitatori n. 7.000 c.a annuali. Sale da visitare n° 18; Sale di lettura: 20 postazioni. Le opere originali di Giustino Fortunato custodite nella Biblioteca sono: “Pagine e ricordi parlamentari”, “In Memoria di mio fratello Ernesto”; “ Il Mezzogiorno e lo Stato Italiano, discorsi politici”; “Scritti Varii”; “Le strade ferrate dell’Ofanto”. “Appunti di storia napoletano dell’Ottocento”. “Della valle di Vitalba né secoli XI e XIII. Ricerche di Giustino Fortunato”. “Santa Maria di Pierno”. “Avigliano né secoli XII e XIII”. “Rionero Medievale”.

Un merito spetta sicuramente a chi opera all’interno di questa biblioteca: la Direttrice, Dott.ssa Luisa Lovaglio. Responsabile catalogazione e ricerche fondi antichi:Ins. Roberto Pallottino. Responsabile inventari e prestito: sig.ra Maria Carmela Barone.

Lorenzo Zolfo