CONDIVIDI
Rionero il Crob ospedale per tumori
Rionero il Crob ospedale per tumori

Rionero in Vulture(PZ), 2014-03-20 – Il concorso pubblico di collaboratore professionale sanitario-infermiere all’IRCCS (CROB) di Rionero bandito ad ottobre 2013 ha visto 3050 candidati su 6 posti disponibili. La preselezione effettuata nella prima decade di marzo ne ha scremato 300 . La cui graduatoria, come il boeing 777 scomparso senza preavviso dalla cabina di comando, è stata immediatamente rimossa dal sito ufficiale dell’Istituto tale e tanta  la polemica aperta e prevista sui social network . Perché la larga parentopoli  che da anni vige al CROB di Rionero ha assunto una dimensione impudente e impunita tale da superare la soglia di ogni umana tolleranza e l’indignazione anzi la rabbia esplode anche al di fuori della categoria oltre che naturalmente da parte degli esclusi i quali hanno annunciato il ricorso al TAR. Ma per comprendere i fatti occorre dare una un’occhiatina agli antefatti.

Il precedente concorso di mobilità per 5 infermieri dell’agosto 2013 aveva suscitato non pochi sospetti per la bocciatura di tutti i 411 concorrenti alla prova  finale . Nessun ammesso. Nessun idoneo. Tutti incapaci. Eppure, vincitori di concorso in altre strutture sanitarie, erano stati assunti dal Sistema Nazionale Sanitario ed avevano alle spalle anni di esperienza ma ritenuti  non in possesso dei requisiti necessari per lavorare all’interno di una struttura di ricerca quale il CROB. Come se la ricerca fosse  competenza degli infermieri!!!!

L’attuale concorso, la cui data di preselezione è stata rinviata più volte: 9 gennaio e 28  gennaio, non è di mobilità. E’ un bando per “titoli ed esami”, gli unici “requisiti richiesti : diploma universitario di infermiere e iscrizione al Collegio professionale.” Gli esclusi dalla graduatoria della preselezione fanno notare il punteggio:   il 90% dei candidati ha riportato  un punteggio dal 15,65 al 33,10, quelli ammessi alle prove successive , su un totale di 60 punti , una rilevante maggioranza ha  riportato un punteggio da 50 a 59,9 ripeto 59,9. C’è un buco di circa 30 punti.  Alla luce di tutte le scienze cognitive umanistiche e comportamentali cosa mai verificatasi .  Sono legittime alcune domande.

Quali i criteri di metodo di valutazione stabiliti ? Sono stati letti e considerati nella preselezione i titoli posseduti da moltissimi partecipanti? Le prove dei quesiti  sono terminate il 7 marzo e i risultati pubblicati il 13, in 4 giorni quante sottocommissioni hanno lavorato a marce forzate per valutare  i risultati di 3050  concorrenti moltissimi  con curricula di tutto rispetto?  Primeggiano nella graduatoria degli ammessi neolaureati (molto neo) parenti di personale che  opera nella struttura ospedaliera. Dove e quando hanno appreso l’arte delle scienze infermieristiche con “ l’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche “ come suona il bando? La verità è che questo è il concorso del “dejà vu”. Si vigilerà attentamente sul suo prosieguo.