CONDIVIDI

Rionero in Vulture, 2012-10-03 – Il primo giorno di scuola è sempre una data importante che sollecita in piccoli e grandi tante emozioni. E’ per questo motivo, come riferiscono l’Assessore alla Cultura Vito D’Angelo e alla Pubblica Istruzione Paola D’Antonio, che l’Amministrazione Comunale ha inteso, nella prima decade dell’anno scolastico, “una serie di iniziative per rendere l’accoglienza piacevole e divertente in modo da sollecitare, in particolare, nei bambini della scuola dell’infanzia e primaria, percezioni positive, di vicinanza e di gioia del mondo scolastico”.

Dopo un appello inviato alle associazioni del territorio, l’Amministrazione Comunale, in accordo con gli istituti scolastici rioneresi, ha organizzato diversi appuntamenti per rendere più divertente il primo giorno di scuola soprattutto per quegli studenti che si approcciano per la prima volta al mondo scolastico.

Sono stati coinvolti nel progetto le classi prime dell’Istituto Comprensivo “Ex Circolo Didattico” di Rionero, composto da Scuola dell’Infanzia di Via Galliano e C.da Gaudo, Scuola Primaria M. Preziuso e due classi prime della Scuola Secondaria di primo grado ex M. Granata, e dagli alunni dell’Istituto Comprensivo M. Granata, composto dalla Scuola dell’Infanzia di S. Francesco e dalla Scuola Primaria di primo grado M. Granata.

All’invito dell’Amministrazione hanno aderito tre associazioni: “Il Grappolo d’oro” che ha offerto uno spettacolo di burattini, il Gran Concerto Bandistico “Orsomando” che ha offerto un appuntamento musicale e le Associazioni Arcadia e Pro Loco di Rionero che si sono esibite in un interessante spettacolo teatrale incentrato sui cattivi della tradizione Disney. Quest ultimo ha visto il coinvolgimento diretto dei bambini che si sono divertiti a danzare vicino ai ragazzi dell’associazione protagonisti dell’esibizione.

“Abbiamo promosso con l’Amministrazione Comunale questi interessanti appuntamenti – riferisce la Prof. Tania Lacriola,  Dirigente dell’Istituto Comprensivo M. Granata  – per far sentire ai bambini e ai ragazzi la nostra vicinanza in questo fase delicata  della loro vita. Con i ragazzi della Scuola Media abbiamo portato avanti una serie di attività ludiche culminate il 27 Settembre con un percorso di trekking di 3 Km tenutosi a Monticchio con la collaborazione del Corpo Forestale dello Stato. Per i più grandi abbiamo cercato di rendere l’ambiente scolastico più familiare mentre con i più piccoli abbiamo organizzato un ingresso a scuola più ludico, più leggero e divertente per questi bambini che per la prima volta entravano in nel mondo della scuola”.
Dello stesso parere anche il Prof. Pinto Gerardo Antonio, Dirigente dell’Istituto Comprensivo Ex Circolo Didattico, che aggiunge “i bambini della scuola dell’infanzia vivono spesso questo ingresso nella scuola con molta tensione emotiva; quindi abbiamo messo in piedi una serie di iniziative che potessero tranquillizzare i bambini ma anche i genitori, spesso più ansiosi dei figli stessi. Abbiamo improntato questi eventi nel segno della gioiosità, un modo per rompere subito il ghiaccio con questa nuova realtà. Un grazie va all’Amministrazione Comunale e alle Associazioni per la loro disponibilità e agli insegnanti che quotidianamente lavorano per rendere l’ambiente scolastico più accogliente sotto tutti i punti di vista”.

“L’importanza di questi appuntamenti – sottolinea anche la maestra Grazia Mecca della scuola dell’Infanzia di via Galliano – il lavorare in gruppo, l’approcciarsi dei bambini con persone estranee, rafforza in loro il senso di sicurezza, così facendo non avranno difficoltà a superare la timidezza. Questa è un’età in cui è difficile avere rapporti quindi ben vengano nel futuro altre manifestazioni del genere”.

Soddisfazione per la riuscita di queste giornate dell’accoglienza viene espressa anche dagli Amministratori D’Angelo e D’Antonio che ringraziano le associazioni per aver voluto regalare, senza alcun tipo di ritorno economico, un momento di allegria e spensieratezza agli alunni degli istituti rioneresi.

Lorenzo Zolfo

Le foto riprendono un momento dell’accoglienza