CONDIVIDI

Melfi – Tempo di novità in casa CSI Melfi, dove nei giorni scorsi è stato eletto il nuovo consiglio che guiderà l’importante ente di promozione sportiva per il quadriennio 2016/2020. A guidare il comitato di Melfi, nato ben 63 anni fa, sarà per il secondo mandato consecutivo il presidente Aldo Cilenti, coadiuvato da un’assemblea rinnovata esattamente per metà, con quattro consiglieri uscenti riconfermati, ossia Emilio Agile, Gerardo Martino, Lorenzo Morano e Quirino Quaranta, mentre altrettanti sono i nuovi ingressi: Nino Barbetta, Gaetano Barbetta, Davide Calabrese e Raffaele Calabrese, a cui si aggiunge il nome di Pierluigi Vitucci, nel ruolo di revisore dei conti.

Aldo Cilenti pres CSI Melfi con Leopoldo Desiderio pres CONI Basilicata
Aldo Cilenti pres CSI Melfi con Leopoldo Desiderio pres CONI Basilicata

Questo è il verdetto delle urne, frutto della volontà delle 20 società affiliate al comitato melfitano. Il Centro Sportivo Italiano di Melfi si appresta quindi a dare il via ad un quadriennio ricco di attività e di novità, anche grazie alla spinta di nuove ed importanti realtà sportive del territorio, che hanno deciso nei mesi scorsi di abbracciare la causa CSI, come ad esempio come la 010 Bike, l’Olimpia Volley Melfi, la Gabbianella, la New Vultur Volley, la Scuola Calcio Iorio, lo Sport Melfi, i Boys Valleverde e l’Elisir di Barile del maestro Gianni Pace, già indicato da tempo come referente regionale CSI per le discipline marziali, senza ovviamente omettere le realtà ciessine più radicate come Bar Destino, Giampa46, Club Atletico, Rapolla Soccer, Fior di Loto, A.S. Consiglio CSI e tante altre.

Al centro Aldo Cilenti con il Cons. Nazionale CSI Salvatore Maturo e l'altleta Paralimpico Gianni Sasso
Al centro Aldo Cilenti con il Cons. Nazionale CSI Salvatore Maturo e l’altleta Paralimpico Gianni Sasso

Sarà un mandato che parte già con grandi propositi, grazie alla conferma del coordinatore delle attività sportive, Sergio Mussini, che aveva preso le redini in mano già sul finire dello scorso mandato, a cui a breve si affiancheranno altri referenti, indicati dalle società in base alle attività che contraddistinguono le stesse. La professionalità e l’esperienza di tante nuove realtà, anche inedite, come ad esempio l’approdo dei ciclisti-cicloamatori della 010 Bike o i “cavalieri” della Gabbianella, di sicuro saranno un concreto fattore di crescita per tutto il comitato, che all’intero può vantare quindi figure rilevanti come il maestro Pace, i tecnici Pontolillo, Blonna, Battilana, Iorio e Mussini.

Naturalmente il comitato di Melfi, punterà molto sullo sport di infanzia e sulle attività parrocchiali, come impostazione ciessina vuole ed in linea con il “tracciato” della Pastorale Diocesana Regionale, tant’è che già da tempo il comitato è impegnato in due progetti di livello nazionale: Sport & Go e Gazzetta Cup, tutto ciò sempre senza trascurare le iniziative rivolte a tutti gli amanti dello sport di qualsiasi età.

Ovviamente non saranno trascurati nemmeno gli aspetti formativi, come ad esempio l’imminente “Corso per operatore BLS-D”, o gli aspetti più “promozionali” come il tanto apprezzato Galà dello Sport.  Questo è quanto accade all’interno delle mura cittadine, ma il CSI, organizzato a vari livelli, vedrà il prossimo 17 aprile rinnovare anche le cariche regionali, ed è per questo che il comitato di Melfi ha indicato tre suoi tesserati per il ruolo di consigliere, ma soprattutto vede in Nazzareno Sportella, candidato alla presidenza, la possibilità di rivedere in città, dopo ben 16 anni, la sede regionale dell’ente.