CONDIVIDI

Taranto – Dopo la presentazione del testo in dialetto stiglianese (poesie e racconti) “Storie d’altri tempi” di Michele Mastronardidi, riprendono le attività dei Venerdì Culturali, in occasione del venticinquesimo anno di attività, con la nascita di una nuova cartella, che si aggiunge alla già esistente, dedicata ai giovani neolaureati, dal titolo “Tesi di laurea Over”, nella quale tutti i laureati, di qualsiasi età, potranno “spolverare” la loro tesi, “datata”, e presentarla a un’attenta platea. Sono molti i risultati che l’Associazione spera di ottenere da questa nuova cartella. Uno dei tanti è la ricostruzione della situazione storica, sociale ed economica del periodo in cui la tesi è stata presentata, sia a livello nazionale e sia a quella della città sede dello studio. Il primo appuntamento, di notevole importanza, si svolgerà Venerdì 9 Ottobre, alle ore 18.00, presso la sede di Via Veneto 106/A, a Taranto, con libero ingresso.

Visitazione-Paolo De Matteis
Visitazione-Paolo De Matteis

La tesi over ha come titolo “Dipinto di ambito napoletano del ‘600-700 nel tarantino” protagonista Nicola Fasano, laureatosi presso l’Università del Salento nella Facoltà Beni Culturali, nell’anno accademico 2006/2007.
Nella tesi che sarà esposta dal dott. Nicola si parlerà del naturalismo caravaggesco mediato da Jusepe De Ribera e presente a Taranto con i fratelli Fracanzano e Paolo Finoglio. Dopo decenni di stasi è nel Settecento che la pittura napoletana filtra maggiormente nel territorio ionico con giordaneschi quali Malinconico, Cenatiempo, Lama e con i solimeneschi quali Leonardo Olivieri. Un capitolo a parte è dedicato al pittore cilentino Paolo De Matteis che ha influenzato la scuola pittorica locale e Corrado Giaquinto che ha avuto in Domenico Carella un epigono fedele e a tratti discontinuo. Non si potrà concludere senza fare riferimento a un episodio che si astrae dalle dinamiche sociali della committenza artistica del periodo di riferimento ma che offre degli spunti interessanti, stiamo parlando della Collezione Ricciardi del Museo Archeologico di Taranto. Nicola Fasano nel 2013 ha curato la guida del Museo Diocesano di Taranto. A breve uscirà il catalogo dello stesso Museo con schede sulle opere  curate da lui e un volume collettaneo sull’arcivescovo Giuseppe Capecelatro con un suo saggio.