CONDIVIDI
Foto da internet
Foto dal web

Taranto, 06/06/2014 – Ritorna per “I Venerdì Culturali di Presenza Lucana” la cartella “Storia del Sud” con la presentazione di un nuovo saggio dello storico Dino D’Angella dal titolo “San Basilio di Pisticci”: Il Feudo/Grancìa, Il Castello, L’Azienda Agraria. Lo storico e saggista pisticcese, già dirigente scolastico, ha pubblicato, dal 1978, molti studi su alcuni paesi della Basilicata e vocabolari di due paesi del materano, Pisticci e Ferrandina.

La Storia completa della Basilicata, opera di grande valore, scritta da D’Angella, in tre volumi nel 1983, da qualche tempo è esaurita. Negli ultimi anni sono stati presentati presso l’Associazione Presenza Lucana nell’ordine:

  • Vocabolario del dialetto Ferrandinese;
  • Storia Civile e Religiosa della Madonna del Casale di Pisticci;
  • Terra Terra. La questione della terra nel metapontino;
  • Brigantaggio lucano dell’Ottocento – Il Dizionario.

Lo studio svolto dall’autore, sul castello di San Basilio, parte da molto lontano, dai basiliani, benedettini, certosini, dalla famiglia crotonese dei Berlingieri, per concludersi all’azienda attuale che conserva ancora il grande fascino, che il palazzo-castello con la sua torre rotonda e quella imponente quadrata, ha esercitato nel corso dei secoli.

Il libro si compone di dodici capitoli che partendo “Dai tempi lontani” diventa grancìa sotto i Certosini di Padula e proprietà della famiglia crotonese Berlingieri dalla fine dell’ottocento, sino ai nostri giorni.

Il dodicesimo capitolo chiude il testo con la riforma fondiaria e il passaggio a una forma di turismo moderno in cui trovano posto anche manifestazioni culturali estive. Uno studio preciso con una bibliografia ben evidenziata, rende il testo, come i precedenti, molto ordinato, appetibile e di sicuro successo.

L’introduzione all’opera sarà svolta, presso la sede di Presenza Lucana, in Via Veneto 106/A, alle ore 18.30 di Venerdì 6 Giugno, con ingresso libero, da Raffaele Pinto, docente e saggista, che è stato ospite dell’associazione, nel mese di febbraio, con la presentazione del suo libro dal titolo: La Basilicata tra il XIX e XX secolo.