CONDIVIDI

presenzalucTaranto – Dopo l’appuntamento del Quaderno Medico dal titolo “Si può morire di crepacuore? La sindrome del cuore spezzato” presentato dal Cardiologo Vincenzo Morrone, a distanza di un anno, torna a Presenza Lucana la cartella “Comunicazione e tecnologia” con uno studio del prof. Cosimo Resina, dal titolo “Quale e come sarà il mondo nei prossimi decenni”. La nuova relazione, di grande interesse, inizierà con un vero tuffo nel passato. I pilastri fondamentali del Novecento, Internet, La Genetica, La Meccanica Quantistica e la Teoria della Relatività stanno avendo negli ultimi anni diverse sperimentazioni e conferme che fanno già pensare ad applicazioni pratiche, in parte già realizzate, ma altre pronte a divenire e a stupire.

Sarà la lettura del mondo tecnologico odierno, sempre più in veloce evoluzione, la traccia che sarà presentata prima di fare un breve viaggio in quello che è il mondo del futuro. L’esatta lettura del mondo odierno è importante per capire, sempre meglio, le attese o le sorprese che ci aspettano e come il mondo dovrà prepararsi a queste nuove prospettive.

In questo viaggio proiettato nei prossimi decenni, Resina, illustrerà quali potrebbero essere i cambiamenti, intorno a noi, nei vari campi, analizzando le influenze su tutto ciò che quotidianamente facciamo. La relazione approfondirà i possibili cambiamenti che potrebbero realizzarsi nei prossimi decenni, nei vari campi: il lavoro, la sicurezza, il divertimento, la salute, la comunicazione, i mezzi di trasporto, l’istruzione, la casa ecc.

Avremo la certezza che tutti questi settori saranno influenzati dai capisaldi del secolo scorso, come la Robotica, l’Ingegneria Genetica, la Telematica e l’informatica, per non parlare della Fisica Quantistica e della Teoria della Relatività. L’uomo, con i nuovi materiali e particolari computer, che avrà a disposizione, potrà fare cose impensabili e inimmaginabili per la costruzione di nuove tecnologie e risoluzione di problematiche che, allo stato attuale, sembrano, oggi, non realizzabili.
Quello che Venerdì sera in Via Veneto 106/A, con inizio alle ore 18.00, con libero ingresso, si svolgerà è un viaggio nel tempo all’interno della Scienza che, vista attraverso le sue semplici applicazioni, è molto più vicina a noi di quanto si possa pensare. La relazione sarà illustrata dall’autore, maestro in quest’arte della comunicazione, in modo semplice e intuitivo per rendere la materia di facile comprensione, a tutte le fasce di età.

Volete viaggiare con noi in questo itinerario per scoprire il Futuro? Vi aspettiamo.