CONDIVIDI
Chaing Mai
Chaing Mai-foto dal web

Taranto, 27-05-2015 – Dopo l’incontro dedicato all’Astronomia, ritorna, per ”I Venerdì Culturali di Presenza Lucana”, un appuntamento della cartella “DIAFORUM” con un documentario, proposto da Gianni Paolantonio, su un altro aspetto folcloristico della Thailandia “La festa del Capodanno Lunare Thailandese nella città di Chiang May”. Il filmato si compone di due parti. Nella prima una visita della città di Chiang May, detta capitale del Nord che conserva splendidi templi buddisti, dove trionfa l’artigianato del legno, ed è abitata dall’etnia Thai del nord e da una notevole minoranza di etnia Shan. In questa città e nel resto della Thailandia è celebrato il Capodanno dell’anno lunare, coincidente con il Plenilunio del dodicesimo mese dell’anno Thai. La festa, a Chiang May detta anche Yee Peng, assume particolare solennità e partecipazione con cerimonie religiose, spettacoli folcloristici, manifestazioni di tradizione popolare fatte da lanci di mongolfiere, lanterne aeree e, nel fiume, un numero imprecisato di “khratong” (piccole imbarcazioni fatte di sezioni di tronco di banano abbellite con foglie, fiori, candele e incensi) affidate, alla corrente dei fiumi, come dono.

Il tutto è completato da cortei di carri e persone nei costumi tradizionali dei gruppi e delle etnie di appartenenza. In chiusura una cascata di fuochi pirotecnici. Questo nuovo documentario dell’autore Paolantonio, appassionato in particolare delle piccole etnie ancora esistenti nel mondo, riporta tutti noi ad accompagnarlo, metaforicamente, nei tanti viaggi che egli ha realizzato in giro per buona parte del mondo, in particolare nell’emisfero asiatico e America Centro Meridionale. E’ fortunato chi frequenta con attenzione un’Associazione Culturale poiché, nel tempo egli si arricchisce di tanti saperi diversi. La cartella del Diaforum con molte diapositive, negli anni novanta, e poi con documentari unici nel loro genere, ha dato a tutti la possibilità di conoscere luoghi meravigliosi del nostro pianeta, etnie lontane, tradizioni popolari molto diverse dal nostro vivere quotidiano.
“Il mondo è un libro e chi non viaggia ne conosce solo una pagina” (Sant’Agostino)