CONDIVIDI

Taranto – Dopo la serata dedicata all’Astronomia ritorna, nei Venerdì Culturali di Presenza Lucana la cartella “Storia del Novecento”. Nel centenario della prima guerra mondiale (1914-1918), l’Associazione propone una conferenza-concerto riguardante l’evento bellico dal titolo: Musiche dalla trincea.

La ricerca è stata condotta da due musicisti Luciano Garramone (clarinetto) e Armando Russo (Chitarra), entrambi materani. Il duo propone un “itinerario ragionato” delle musiche composte nei luoghi del periodo trattato e anche dell’evento bellico di per se stesso.

presenzalucanaL’originalità dello studio è legato ai vari generi di musica del periodo storico proposto. Il duo racconterà episodi di un grave momento dei primi venti anni del secolo scorso e suonerà brani di vario genere, con musiche di chiara impronta interventista, di dolore e/o di protesta, composti dai soldati impegnati sui vari fronti.

Nell’appuntamento è previsto anche l’esecuzione di composizioni legate al concetto di pacifismo che si rafforzò, come giusta reazione, nei soldati impegnati in una guerra assurda e inutile. Solo a Gorizia i morti sui due fronti italo-austriaco furono circa 95.000.

Gli avvenimenti bellici accaduti si riescono a comprendere, forse, nella loro interezza, solo dopo moltissimi anni quando il tempo scorre e le parti belligeranti, soprattutto quella perdente, può raccontare anch’essa la sua storia. Alla fine si scoprirà di quanto sia stata assurda e inutile una guerra.

L’incontro si svolgerà presso la sede di Presenza Lucana in Via Veneto 106/A, con inizio alle ore 18.00.

Comunque saranno i fatti ogni guerra ha in sé qualcosa di assurdo.

Lo studioso Antonio Fornaro illustrerà, nei suoi cinque minuti di Pillole di Tarantinità, argomenti legati alla tradizione della Santa Pasqua cittadina.