CONDIVIDI

Potenza – Da oggi e fino a mercoledì 25 maggio, Michael Cunningham, uno dei più importanti scrittori americani e vincitore del prestigioso premio Pulitzer, sarà ospite dell’Apt Basilicata a Matera per un viaggio che verrà poi raccontato a La Milanesiana, in programma a Milano dal 23 giugno al 18 luglio.Prosegue e si rafforza dunque la presenza della Basilicata a questo importante Festival di Letteratura Musica Cinema Scienza e Arte, che nasce da una collaborazione con l’Apt avviata nel 2013 e che ha visto un importante protagonismo lo scorso anno, nell’ambito degli eventi legati ad EXPO.

Il festival, ideato e diretto da Elisabetta Sgarbi, è giunto alla XVII edizione e da quattro anni beneficia dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica; sin dal suo inizio si è voluto caratterizzare per il dialogo fra arti diverse, facendo interagire esponenti autorevolissimi della letteratura, della musica, del cinema, della scienza, della filosofia, dell’economia e anche quest’anno dedicherà a Matera e all’intera regione uno spazio culturale di rilievo e di profilo internazionale, sia a Milano che sui media.

Il premio Pulitzer Michael Cunningham a Matera
Il premio Pulitzer Michael Cunningham

Nell’edizione 2016, al centro della collaborazione ci saranno tre appuntamenti in due giornate, il 5 e il 6 luglio, con l’obiettivo di costituire un focus sulla cultura della regione Basilicata, attraverso i suoi tesori d’arte, il suo rapporto con il grande cinema, e l’ispirazione che ha dato e continua a dare agli scrittori e artisti. A fianco di questi incontri, che coinvolgeranno anche la Fondazione Corriere della Sera, un luogo fondamentale della cultura e dell’informazione, verrà allestita una mostra dedicata agli acquerelli realizzati dall’artista francese Fabrice Moireau sulla Basilicata, sui suoi “paesaggi romantici dal sapore ottocentesco”, come li definisce lui stesso, durante un viaggio a più tappe alla scoperta di una regione autentica e a misura d’uomo. L’artista, che tra le sue opere annovera titoli pubblicati dai più importanti editori d’arte del mondo, sceglie di ritrarre, secondo il proprio codice e canone estetico, vicoli, piazze, cattedrali, scorci di paesaggi, ruderi dagli eloquenti silenzi, fermando sulla tela il fascino di luoghi che accolgono con semplicità coloro che sono predisposti a coglierne la bellezza. Sensibilità e sentimento di scoperta comuni anche al giornalista e scrittore Carl Norac, protagonista di uno degli appuntamenti della Milanesiana dedicati alla Basilicata, che con la sua narrazione suggestiva e poetica impreziosisce questi acquerelli di Moireau raccolti nel volume “Basilicata. Terra, Acqua, fuoco e cuore d’argilla” edito dalla Menabò Creazioni d’Arte.

A ciò si aggiunge la presenza di Micheal Cunningham, che porterà nell’ambito della manifestazione un testo inedito in cui racconterà la “sua” Basilicata e l’esperienza che ne avrà avuto: un modo di unire due eccellenze culturali attraverso un grande artista di fama mondiale.

Infine, la stessa direzione artistica ha inteso omaggiare il regista e scrittore lucano Pasquale Festa Campanile, a trent’anni dalla morte, con un evento in programma il 6 luglio.

“In un festival culturale così importante – afferma il Commissario Straordinario dell’Apt Basilicata Gerardo Travaglio – la grande attenzione che inevitabilmente viene dedicata a Matera in virtù del suo ruolo di Capitale Europea della Cultura per il 2019, non può che essere per noi ulteriore occasione per agganciare a questa locomotiva l’intero treno del brand Basilicata. Una vetrina autorevole su Milano, che rappresenta uno dei principali mercati-obiettivo italiani dell’azione di promozione che Apt svolge, potrà contribuire ancor più alla riconoscibilità mediatica della regione nel panorama turistico italiano, proponendo una destinazione capace di affascinare i visitatori attraverso le sue eccellenze”.

APT Basilicata