CONDIVIDI

Si chiude con 12 a 3 per i padroni di casa del Potenza, il derby del rugby lucano. Sul campo potentino, la Contabilo Murgia Rugby, più decisa sui punti di incontro rispetto alle partite precedenti ma con una generosa involuzione sul gioco al largo, non trova le mete. Come del resto non le hanno trovate i leoni del Potenza in una partita che ha visto un primo tempo generoso e un secondo tempo a favore del Potenza, che ha legittimato il risultato con un marcato cinismo.

Azione Contabilo

Azione Contabilo

La 5^ giornata di andata del Campionato Interregionale 2015/2016 Serie C2 – Puglia/Basilicata, aperta con un minuto di silenzio per tutte le donne vittime di violenza – iniziativa condivisa dalla Federazione Italiana Rugby e dallo Zonta International – sul Campo sportivo di Macchia Romana a Potenza ancora una volta ha visto i leoni nero verdi imbattuti dai cinghiali della Contabilo.

Nel primo tempo i cinghiali vanno all’arrembaggio sin dai primi minuti, più incisivi su touche (rimesse laterali) e mischie Potenza molto sulla difensiva, abile a ripartire, soprattutto al piede con l’apertura e capitano dei leoni Lotito, che trasforma una punzione dopo circa un quarto d’ora. Il pareggio dopo pochi minuti è affidata a Salvatore Catanese, che pareggia 3-3 grazie ad un fallo di fuorigioco dei padroni di casa. Buone azioni si susseguono da entrambe le squadre: i potentitni soprattutto sui trequarti, mentre i murgiani provano a sfondare con gli avanti. Alla mezz’ora il Potenza si porta sul 6 a 3 grazie ad un altro calcio di punizione di Lotito. Quasi allo scadere, Danilo Conte della Contabilo, invece, ne sbaglia uno da posizione favorevole: la prima frazione si chiude in vantaggio per i nero-verdi.

Lo staff tecnico della Contabilo Murgia Rugby effettua, all’apertura del secondo tempo, un paio di cambi per velocizzare i ritmi di gioco. Anche in questa domenica, però, i meccanismi risultano macchinosi: la trasmissione dell’ovale sulla linea mediana non è mai efficace e le azioni di attacco dei cinghiali si spengono sul nascere. Da segnalare solo un paio di occasioni sporadiche, mentre i padroni di casa accelerano sui trequarti e mettono in grosse difficoltà gli avversari in più di un’occasione. A scavare il solco è il 9 a 3, alla mezz’ora del secondo tempo, sempre ad opera di Lotito. La Contabilo prova a reagire, ma la confusione e l’indisciplina regalano altri 3 punti al Potenza, che sul 12 a 3 nega anche il punto di bonus difensivo per i murgiani.