CONDIVIDI
Potenza operatori del convegno
Potenza operatori del convegno

Potenza – Si è svolto a Potenza lo scorso sabato 11 aprile il primo Congresso regionale del Co.Re.A.P.S. Basilicata, ossia del Coordinamento Regionale delle Associazioni delle Professioni Sanitarie. Tale Coordinamento, rifacendosi a quello nazionale, Co.Na.P.S., raggruppa dieci associazioni regionali, quasi tutte riconosciute con decreto del Ministero della Salute, rappresentative di altrettante professioni sanitarie che, al momento, non sono ordinate ovvero risultano prive di ordine, albo o collegio, queste sono: AIDI – Associazione Igienisti Dentali d’Italia, AIFI – Associazione Italiana Fisioterapisti, AIORAO – Associazione Italiana Ortottisti ed Assistenti di Oftalmologia, ALUTERP – Associazione Lucana Tecnici della Riabilitazione Psichiatrica e Psicosociale, ANPeC – Associazione Nazionale Perfusionisti in Cardioangiochirurgia, ANUPI, Associazione Nazionale Unitaria Terapisti della Neuro e Psicomotricità dell’età evolutiva Italiani, AITO – Associazione Italiana Terapisti Occupazionali, FITELAB – Federazione Italiana Tecnici di Laboratorio Biomedico, FLI – Federazione Italiana Logopedisti, UNPISI – Unione Nazionale Personale Ispettivo Sanitario d’Italia. L’evento, aperto a tutti, dal titolo “Le Professioni Sanitarie: dai profili professionali alla nascita del Coreaps Basilicata”, ha visto la partecipazione di altri professionisti sanitari, rappresentanti delle Istituzioni e delle Associazioni dei malati. Il Congresso è stato il momento per presentare il Coordinamento che si pone l’obiettivo di far dialogare le professioni sanitarie tra di loro e queste con le Isituzioni e con i cittadini, con l’intento di condividere le criticità del sistema sanitario ed insieme trovare soluzioni adeguate per migliorare i servizi sanitari offerti ai cittadini, cercando di garantire una sempre maggiore qualità mediante più appropriatezza, efficacia e celerità nell’erogazione dei servizi stessi. L’incontro ha rappresentato l’occasione per fare sintesi su temi di comune interesse, quali ad esempio il maggiore coinvolgimento nelle politiche sanitarie regionali di tutte le professioni sanitarie, una maggiore conoscenza e valorizzazione delle stesse per gli ambiti di competenza allo scopo di avere ulteriori strumenti per identificare il bisogno di salute e dare risposte nei modi e nei tempi dovuti nel rispetto dei dettami normativi e della ricerca scientifica (EBP – EBM), la lotta all’abusivismo professionale. Il simbolo del Coreaps Basilicata è quello delle mani incrociate, perché “l’Unione anche di persone deboli, fa la forza.” (Publio Siro).